Home > Ultima ora sport > Doping: Sabbioni squalificato 20 mesi per mancati controlli

Doping: Sabbioni squalificato 20 mesi per mancati controlli

Venti mesi di squalifica per l’azzurro del nuoto riccionese, Simone Sabbioni.

E’ il provvedimento emesso dalla Procura nazionale antidoping, quale autorità competente per la gestione dei risultati, nei confronti del campione della piscina che deve scontare lo stop per la violazione dell’articolo 2.4 del codice sportivo antidoping, ovvero tre mancati controlli antidoping (o mancate comunicazioni sulla reperibilità).

Sabbioni, che ha patteggiato, deve scontare la squalifica fino al 22 novembre 2023.

Tutti i risultati sportivi ottenuti dall’atleta dopo il 23 marzo 2022 sono invalidati: annullati anche medaglie, punti e premi. Sabbioni, classe ’96, specialista del dorso, ha vinto tra gli altri un bronzo ai mondiali in vasca corta, un argento e un bronzo agli europei ed ha collezionato venti titoli italiani.

Il nuotatore riminese e volto consolidato nel panorama natatorio nazionale e anche internazionale è uno specialista del nuoto stile dorso e ha vinto tra gli altri un bronzo ai mondiali in vasca corta, un argento e un bronzo agli europei ed ha collezionato la bellezza di venti titoli italiani. Sabbioni vanta anche due apparizioni ai Giochi Olimpici. Prima a Rio de Janeiro nel 2016 e quindi all’ultima edizione dei Giochi tenutasi a Tokyo in Giappone.

Ultimi Articoli

Scroll Up