Home > Primo piano > Dpcm, Bonaccini: “Il governo valuti correzioni. Meglio chiudere centri commerciali che teatri e ristoranti”

Dpcm, Bonaccini: “Il governo valuti correzioni. Meglio chiudere centri commerciali che teatri e ristoranti”

“Il Governo ascolti la protesta civile, mentre non e’ tollerabile quella che strumentalizza rabbia e disperazione per creare rabbia sociale, e provi a valutare se qualche correzione ci potra’ essere. Secondo noi era meglio chiudere i centri commerciali il sabato e la domenica dove si affolla tanta gente che ristoranti, teatri, cinema e palestre che rispettavano le regole”. Per queste categorie, il Governo deve prevedere giusti indennizzi. Io ci credo che lo farà, me deve farlo subito e concordando il quantum con le associazioni di categoria”

Lo ha detto Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni in un’intervista al Tg3.

Il presidente Bonaccini è anche intervenuto sulle scuole: “Ho appena firmato un’ordinanza in questi minuti che fra un paio di giorni, per permettere di organizzarsi, vedra’ nelle scuole superiori il 75% di didattica a distanza. Io avrei fatto anche un po’ meno ma il governo ha deciso – sottolinea – però ha ascoltato le regioni che chiedevano comunque li’ di intervenire per un minor flusso e circolazione di studenti”.

Scroll Up