Home > La puèšia ad Muratori > E’ mi idraulic

Mè ò un idraulic rinumèd,
simbèin ch’un sia laureèd,
e’ lavóra piutòst bninèin,
mo s’al cèm ló un vèin.

Ò adiritura l’imprèsiòun,
ch’um vòja fè quajòun,
um diš: dmèn, sè sè, sè sè!
e pu l’ariva dòp diéš dé.

S’ai vag a dì ch’l’è urgèint,
um diš d’andè d’un ènt,
che ló un gne la fà,
sa tótt e’ lavór ch’l’à.

Una vólta ò vù e’ curag,
da mandèi un mèsag,
dur, cativ e pròpie tòst,
un m’à gnènca arspòst.

U jéra scrèt, a sò ti rót,
ò l’aqua dimpartòt,
e té vivalamadona,
tat la ciap a la carlona.

T ci l’idraulic lumèga,
di só chi è ch’ut pèga?
A ne sò cus ch’u jè stè,
mè a l’ò sèimpre paghè!

Sla fatura, sèinza scòunt,
e sa prima un bel acòunt.
Adès s’al cém ló us nèga,
e fà capì ch’us ne frèga.

Mè alóra a la s-cènt,
a faz prèst, a cém un ènt,
ló u la tira per al länghi,
e mè an sò Bagonghi.

Ivano Aurelio Muratori

IL MIO IDRAULICO

Io ho un idraulico rinomato,/ sebbene che non sia laureato,/ lavora piuttosto benino,/ ma se lo chiamo non viene.

Ho addirittura l’impressione,/ che mi voglia far coglione,/ mi dice: domani, sì sì, sì sì!/ e poi arriva dopo dieci giorni.

Se gli vado a dire che è urgente,/ mi dice di andare da un altro,/ che lui non ce la fa,/ con tutto il lavoro che ha.

Una volta ho avuto il coraggio,/ di mandargli un messaggio,/ duro, cattivo e proprio tosto,/ non mi ha neanche risposto.

C’era scritto: sono nei rotti,/ ho l’acqua dappertutto,/ e tu vivalamadonna,/ la prendi alla carlona!

Sei l’idraulico lumaca,/ di’ su chi è che ti paga?/ Non lo so cosa c’è stato,/ io l’ho sempre pagato.

Con la fattura, senza sconto,/ e con prima un bell’acconto./ Adesso se lo chiamo si nega,/ fa capire che se ne frega.

Io allora la schianto,/ faccio presto, chiamo un altro,/ lui la tira per le lunghe,/ e io non sono Bagonghi.

Ultimi Articoli

Scroll Up