Home > La puèšia ad Muratori > E’ pòunt d’Andrea

L’è un pòunt pjò bèl che maj,/ cume quel se fióm Kwaj,/ fat si trèv imbruchèd,/ per fèi pasè sóra i suldèd.

Mo sa quèst ui pasa al zènti,/ burdèll, vèćć e badènti,/ per lór e’ pòunt ui vlèva,/ che sèinza quèl in atravarsèva.

Gnasi l’avù l’idea bòna,/ da pasè sóra via Roma,/ s’un òpra d ‘na blèza,/ custruida a mèza altèza.

Pjó che sòlida e sicura,/ ad quèli in muradura,/ pèrfèta in tót j’aspèt,/ l’à perfina e’ parapèt.

L’è un pòunt d’ impurtènza,/ pjó d quèl dla Rèšistèinza,/ che òz te dumèlavint,/ un gni pasa säta gnint.

Se e’ Pòunt d Tiberie e’ fà unór,/ mè nóm de su impèratór,/ quel d via Roma, fat sal gl’jasi,/ e’ fà unór ma Gnasi.

Mè a dég che a fèin mandèd,/ e’ pòunt ui va intèstèd,/ un saria ‘na bròta idea,/ ciamèl Pòunt d’Andrea.

Per quel ch’la fat per la zità,/ l’è una ròba che lai stà,/ l’à mès a pòst ènca e’ castèl,/ bšugnarà pu ringrazièl.

Ivano Aurelio Muratori

È un ponte più bello che mai,/ come quello sul fiume Kwai,/fatto con i travi inchiodati,/ per farci passare sopra i soldati.

Ma su questo ci passa la gente,/ bambini vecchi e badanti,/ per loro il ponte ci voleva,/ che senza quello non attraversavano.

Gnassi ha avuto l’idea buona,/ di passare sopra via Roma,/con un’opera di una bellezza,/costruita a mezz’altezza.

Più che solida e sicura,/ di quelle in muratura,/ perfetta in ogni aspetto,/ ha perfino il parapetto.

È un ponte d’importanza,/ più di quello della Resistenza,/che oggi nel duemilaventi,/ non ci passa sotto niente.

Se il ponte di Tiberio fa onore,/ al nome del suo imperatore,/quello di via Roma fatto con le assi,/ fa onore a Gnassi.

Io dico che a fine mandato,/ il ponte gli va intestato,/ non sarebbe una brutta idea,/ chiamarlo Ponte d’Andrea.

Per quel che ha fatto per la città,/ è una cosa che ci sta,/ ha messo a posto anche il castello,/bisognerà pure ringraziarlo

Ultimi Articoli

Scroll Up