Home > Politica > Elezioni, seggi e scrutatori: quanti sono e quanto costano

Elezioni, seggi e scrutatori: quanti sono e quanto costano

Ultimi giorni di campagna elettorale per il voto delle politiche del 4 marzo.

La macchina organizzativa per garantire lo svolgimento delle elezioni è già attivata da tempo. Sono in stampa le schede elettorali, e pronta la composizione dei seggi.

Nella provincia di Rimini vi sono 324 seggi ordinari così suddivisi tra i Comuni della provincia di Rimini:

Tre comuni (Casteldelci, Montegridolfo e Talamello) hanno un solo seggio elettorale.

Ogni seggio ordinario è composto da: 1 Presidente, 1 Segretario e 4 Scrutatori.

Circa 2 mila saranno i cittadini impegnati nei seggi tra Presidenti e scrutatori.

Quali sono i compensi?
Come stabilito dal Ministero degli Interni i componenti dei seggi normali percepiscono: Presidente Euro 187 – Segretario e Scrutatore Euro 145,00. Si tratta di un rimborso spese fisso forfetario non assoggettabile a ritenute o imposte e non concorre alla formazione della base imponibile ai fini fiscali.

I Comuni sono tenuti ad anticipare le spese per il trattamento economico dei componenti di seggio e successivamente verranno rimborsati dal Governo.

Questi i costi che per i componenti dei seggi suddivisi per i Comuni

A questi costi vanno aggiunti: la retribuzione del lavoro straordinario del personale comunale, l’allestimento dei seggi, la provvista di eventuali stampati non forniti direttamente dallo Stato, la disciplina della propaganda elettorale, i trasporti, ecc..
Una macchina complessa per un corretto funzionamento della democrazia italiana.

I seggi rimarranno aperti dalle 7 del mattino alle 23 (a differenza dell’ultima tornata elettorale del 2013: si votò in due giorni, domenica 24 e lunedì 25 febbraio).

Lo spoglio inizierà subito dopo la chiusura dei seggi. “Prima si procede all’accertamento del numero dei votanti e, subito dopo, si comincia lo spoglio delle schede del Senato; a conclusione di tale spoglio, si effettua quello delle schede della Camera dei deputati”, recita il sito del ministero dell’Interno”

Una lunga notte e mattina per sapere i risultati.

Ultimi Articoli

Scroll Up