Home > Primo piano > Elisabetta Belloni, il capo dei servizi segreti italiani, è di Pennabilli

Elisabetta Belloni, il capo dei servizi segreti italiani, è di Pennabilli

L’alta Valmarecchia non smette mai di stupire. Dopo due illustri medici come il ginecologico Luciano Bovicelli scomparso nel 2011 e Roberto Burioni noto virologo entrambi originari di Casteldelci si scopre che la famiglia di  Elisabetta Belloni, recentemente nominata dal presidente del consiglio Mario Draghi, a capo dei servizi segreti italiani è di Pennabilli.

Suo padre, Giorgio Belloni, scomparso a giugno del 2020, ha infatti origini pennesi.

Era ingegnere di nota fama, tra le sue opere più celebri c’è il ponte di Punta Penna Pizzone a Taranto uno dei più lunghi d’Europa. Punta Penna in onore proprio delle sue origini di Pennabilli.

Nel comune dell’Alta Valmarecchia la famiglia Belloni ha la cappella di famiglia e una casa nel centro del Paese.

Giorgio Belloni e Gianni Giannini, scomparso recentemente,  presidente della storica mostra dell’antiquariato di Pennabilli erano grandi amici.

Proprio Elisabetta prima della nomina a capo dei servizi segreti aveva iniziato a restaurare la casa di famiglia. Elisabetta ha trascorso lunghi periodi della sua infanzia a Pennabilli. Numerose sono state le sue visite anche recentemente.

Elisabetta Belloni, 63 anni, è in carriera diplomatica dal 1985, è stata capo dell’Unità di Crisi della Farnesina. Dal maggio del 2016 era alla guida della della Farnesina, prima donna segretario generale del ministero degli Esteri. Ha apprezzamenti bipartisan (buoni rapporti con il Movimento 5 Stelle e con ruoli dirigenziali nei governi Berlusconi, Monti, Letta e Renzi). Parla quattro lingue (inglese, francese, spagnolo, tedesco) ed è vedova dell’ambasciatore Giorgio Giacomelli, morto a febbraio del 2017.

Ultimi Articoli

Scroll Up