Home > Ultima ora politica > ER Coraggiosa: “Mani delle mafie su Rimini? Intervenire subito”

ER Coraggiosa: “Mani delle mafie su Rimini? Intervenire subito”

Emilia Romagna Coraggiosa Rimini si rifà a quanto denuncato da Roberto Saviano, “la nuova strategia della mafia è quella di non chiedere soldi come per i racket, ma distribuire soldi e acquistare hotel a Rimini”  “così come da tempo confermato dalla Procura e proprio ieri dal Prefetto“.

ER Coraggiosa Rimini vuole ricordare che “con la pandemia il tema della legalità è diventato ancora più preoccupante; la crisi ha colpito molte attività e famiglie, il bisogno di credito aumenta il terreno per la criminalità organizzata. Il campo è quello del “Welfare mafioso di prossimità”, il sostegno attivo che le organizzazioni criminali riescono agevolmente ad assicurare alle famiglie, agli esercenti e imprenditori in crisi di liquidità in questa fase, soldi in tempi brevi senza “lungaggini”. Per diverso tempo non si è voluto vedere, già prima della pandemia il nostro territorio, in ragione delle proprie attività turistiche e della vicinanza con un paese straniero (Repubblica di San Marino) vedeva la presenza del radicamento e di interessi economici della criminalità organizzata grazie anche alla presenza di soggiornanti già da molto tempo sul territorio”.

Secondo le indagini fatte in questi anni risulta la presenza di Camorra, ‘Ndrangheta, Sacra Corona Unita e mafie straniere, a riguardo di settori di investimento che spaziano dall’usura al gioco d’azzardo, dal traffico di droga alla prostituzione, il riciclaggio, negli hotel, le attività ristorative, le attività immobiliari, l’abbigliamento, la logistica, i trasporti, l’edilizia e le estorsioni.

Nel 2017 sono stati 37 gli hotel segnalati per passaggi di proprietà e subentri sospetti, negli anni 2012 – 2014 i cambi di gestione dei soli alberghi sono stati 815. Sempre nel 2017 i soldi spesi per il gioco d’azzardo ammontano a 268 milioni, le segnalazioni di operazioni sospette di riciclaggio nell’anno 2016 ammontano a 845 “e purtroppo solo 8 comuni della nostra provincia su 25 effettuano segnalazioni di evasori sospetti alla Agenzia delle Entrate, e sappiamo che Rimini è un territorio a forte evasione fiscale”.

“Le Mafie sono un sistema e pertanto vanno combattute su questo terreno, purtroppo non sono più sufficienti i singoli protocolli locali che si sono realizzati, occorre promuovere Protocolli Territoriali di Sistema per far funzionare gli osservatori locali sulle mafie, sulle cessioni alberghi ed esercizi, su evasione fiscale, su segnalazioni di riciclaggio, gioco d’azzardo, per unificare le stazioni appaltanti con elenchi di merito, per la gestione dei beni e delle aziende confiscati e sequestrate e il loro utilizzo ai fini sociali, per le misure di contrasto della corruzione nella Pubblica Amministrazione, per il contrasto al caporalato e la regolarizzazione dei lavoratori e delle lavoratrici, per la tutela dei produttori locali, per il sostegno alle famiglie e alle piccole imprese e alle filiere alimentari di prossimità , per accordi tra Comuni e Agenzia delle Entrate per la lotta evasione fiscale, per una maggiore capacità di vigilanza e coordinamento forze dell’ordine”.

“Le mafie non vanno sottovalutate, l’economia malavitosa ed illegale sono un cancro per il territorio e per queste ragioni occorre intervenire subito”, conclude ER Coraggiosa Rimini.

Scroll Up