Home > Primo piano > Preso a Cattolica presunto pirata delle strada, era un evaso ricercato

Preso a Cattolica presunto pirata delle strada, era un evaso ricercato

Nel tardo pomeriggio di venerdì aveva speronato con la sua Fiat Punto una gazzella dei Carabinieri di Riccione impiegata dai militari in un posto di blocco ed era sfuggita durante il successivo inseguimento. Ora la fuga di A.S., ravennate 69enne residente a Tavullia, nel persarese ma domiciliato a Saludecio è finita.

Ieri sera i Carabinieri della Tenenza di Cattolica lo hanno fermato in un ristorante della Regina dove l’uomo stava cenando come se nulla fosse accaduto. I militari, seguendo un protocollo ben rodato sono riusciti ad arrestarlo in totale sicurezza. Ora l’uomo è a disposizione della magistratura. Il motivo della fuga? Una vicenda tanto rocambolesca quanto chiara agli uomini dell’Arma. Che negli scorsi giorni era già sulle sue tracce, l’uomo era infatti evaso dagli arresti domiciliari cui era sottoposto per reati di droga e dopo che la sua compagna era stata arrestata perchè trovata in possesso di un gran quantitativo di eroina e di una pistola custoditi in un box nel pesarese.

L’arma e la droga erano come sospettato dai Carabinieri di proprietà dell’uomo che stava progettando la fuga. Tanto che, come volevasi dimostrare, non ha esitato a forzare il posto di blocco e scappare. Ma c’è di più. I Carabinieri di Forlì stanno infatti indagando su un brutto episodio di cronaca avvenuto a Forlì ieri mattina, quando un sessantenne è stato investito da un’auto pirata in Viale Roma. A compiere il gesto efferato potrebbe essere infatti stato l’uomo catturato ieri a Cattolica.

 

 

Ultimi Articoli

Scroll Up