Home > Politica > Natale e Capodanno, quanto spendono Rimini e Riccione e per fare cosa

Natale e Capodanno, quanto spendono Rimini e Riccione e per fare cosa

A Rimini il “Capodanno più lungo del mondo”, tra luminarie felliniane, concerti “doppi” (Coez al mare e Planet Funk in centro) a Riccione l'”Ice Carpet” tra tappeti bianchi di luminarie, piste di pattinaggio e il concerto di Ezio Bosso il 29 dicembre.

Come accade da qualche anno a questa parte, le feste di fine anno hanno una durata sempre maggiore. Si parte ben prima del canonico 8 dicembre, anzi addirittura a novembre. Il 30 a Rimini, il 23 a Riccione, e si finisce ben oltre l’Epifania.

Insomma non è più la befana a spazzar via alberi e luminarie, ma la fine di gennaio, quando dell’inverno rimangono solo due mesi scarsi prima che la macchina degli eventi primaverili ed estivi ricominci a mettersi in moto. Natale e Capodanno dunque, anche in Riviera sono trampolini di lancio per il turismo e per far girare l’economia locale cercando di trattenere “in casa” i romagnoli e persuaderli a non preferire altre grandi città.

E le spese? Per il Capodanno più lungo del mondo sono stati messi sul piatto 550.000 euro di cui 310.000 finanziati dal Comune di Rimini.

Ma neppure il Comune di Riccione ha badato a spese: Ice Carpet ed eventi satellite sono costati ben 900.000 euro, in gran parte, si sottolinea, attinti dagli incassi della tassa di soggiorno.

Scroll Up