Home > Cronaca > Facebook caccia i No Vax, riminese Comilva: “Censura”. Burioni: “Finalmente”

Facebook caccia i No Vax, riminese Comilva: “Censura”. Burioni: “Finalmente”

Nella giornata di oggi Facebook ha rimosso due pagine di due associazioni no vax. Tra queste il profilo di “Comilva – associazione per la libertà di scelta vaccinale”. A diffonderne la notizia il virologo Roberto Burioni che in un post ha commentato con un plauso il provvedimento messo in atto dal social network.

Finalmente Facebook ha rimosso le pagine di due associazioni antivacciniste che in un momento difficile come quello che stiamo vivendo diffondevano notizie false e pericolose riguardo alla pandemia – scrive Burioni – Anche contro la disinformazione ci vuole un vaccino, e Facebook può avere un ruolo importante in questo senso. Speriamo che sia solo l’inizio. Se vogliono giocare con la terra piatta facciano pure, ma di COVID-19 la gente muore e la disinformazione uccide quanto il virus”.

Comilva, per la cronaca, è un associazione che ha sede legale a Rimini.

E a stretto giro è arrivata anche la risposta di Luca Ventaloro, avvocato e legale dell’associazione. “La pagina Fb di  Comilva è appena stata rimossa: la censura alza il tiro ed il livello di libertà in questo paese è sempre piu basso. La motivazione, proveniente probabilmente da una segnalazione, è che avremmo violato gli standard della community in materia di disinformazione che causa violenza fisica”. 

A finire nel mirino di Facebook a detta di Luca Ventaloro un articolo pubblicato sul sito dell’associazione a proposito dell’inizio della campagna vaccinale partita in Europa il 27 dicembre e diverse settimane prima negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

Scroll Up