Home > Ultima ora economia e lavoro > Il consumo nell'anno del virus > Federconsumatori: le ultime novità sulle riaperture

Federconsumatori: le ultime novità sulle riaperture

Il nuovo decreto prevede – scrive in un comunicato Federconsumatori Rimini – alcune modifiche al calendario delle riaperture e novità sul coprifuoco.
Dal 7 giugno il coprifuoco partirà da mezzanotte, dal 21 giugno sarà completamente abolito. Forse sei Regioni passano in zona bianca a partire da inizio giugno, e lì il coprifuoco sarà eliminato dal momento in cui cambieranno fascia di colore. Secondo la normativa attuale, perché scatti la fascia bianca la regione deve essere classificata in uno scenario di tipo 1 e con un livello di rischio generale basso per 3 settimane consecutive con contagi sotto i 50 casi ogni 100mila abitanti. Sono 3 le regioni che potrebbero diventare bianche da inizio giugno. Si tratta di Molise, Sardegna e Friuli Venezia Giulia, che nell’ultimo report hanno registrato un’incidenza sotto i 50. Dal 7 giugno forse anche Veneto, Abruzzo e Liguria. In Consiglio dei ministri si va verso la riapertura dei ristoranti al chiuso anche dopo le 18. Sul tavolo dei ministri
– prosegue la nota di Federconsumatori – c’è anche la proposta di riapertura dei centri commerciali nel fine settimana dal 22 maggio. Le palestre anticipano la riapertura al 24 maggio, non più al 1 giugno come previsto dal decreto precedente, mentre le piscine al chiuso ed i centri benessere potranno riaprire a partire dal primo luglio. Con il nuovo decreto viene disciplinata anche la presenza di pubblico in eventi e competizioni sportive sia al chiuso che all’aperto con dei limiti: un massimo di mille persone all’aperto e cinquecento al chiuso. Dal 22 maggio riaprono gli impianti di risalita in montagna. Dal 15 giugno via libera ai matrimoni anche al chiuso ma solo in presenza della certificazione verde (con tampone o vaccino fatto). Infine il primo luglio riaprono sale giochi, sale scommesse, bingo e casinò e ripartono i corsi di formazione, ma anche le attività dei centri culturali, ricreativi e sociali. Restano sospese le attività in sale da ballo, discoteche all’aperto o al chiuso. Infine – conclude Federconsumatori – non devono fare la quarantena dei 5 giorni i turisti con tampone negativo che arrivano da UE, Schengen, Gran Bretagna ed Israele. Con la stessa ordinanza sono state prorogate le misure restrittive nei confronti del Brasile fino al 30 luglio 2021. Sta quindi finalmente prendendo il via la stagione balneare”.

Realizzato dalla dott.sa Trengia Yuliana. – Realizzato con i fondi del Ministero dello Sviluppo Economico. Riparto 2020. 

Ultimi Articoli

Scroll Up