Home > Ultima ora economia e lavoro > Federpreziosi-Confcommercio: “Favorevoli al giro di vite su sorveglianza a Rimini”

Federpreziosi-Confcommercio: “Favorevoli al giro di vite su sorveglianza a Rimini”

Onelio Banchetti, presidente Federpreziosi-Confcommercio della provincia di Rimini accoglie con favore il giro di vite annunciato nella riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.

“Gli ultimi fatti di cronaca su tutto il territorio provinciale ci fanno capire una volta di più quanto sia importante accelerare il processo di installazione e messa in rete delle telecamere di videosorveglianza pubbliche e private – dice Onelio Banchetti, presidente di Federpreziosi-Confcommercio della provincia di Rimini -. Accogliamo con favore il giro di vite annunciato nella riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, in cui è stato deciso il rafforzamento dei servizi di prevenzione generale, l’intensificazione dei passaggi delle forze dell’ordine sul territorio e il potenziamento della videosorveglianza pubblica in luoghi sensibili. Un passo importante, fortemente auspicato”.

“Già da tempo dalle categorie di Confcommercio provinciali più sensibili ai temi della sicurezza, quali gioiellieri, tabaccai, benzinai e farmacisti, è stato instaurato un fitto dialogo fatto di incontri e protocolli d’intesa con le istituzioni, dalla prefettura alle amministrazioni locali, alle forze dell’ordine, affinché si possano mettere in rete le videocamere pubbliche e quelle delle attività economiche private per generare una visione capillare di ciò che accade sul territorio. Purtroppo la pandemia e le sue conseguenze hanno rallentato questi progetti, che comunque non rimangono nei cassetti, ma a cui va data una forte accelerazione anche in chiave di stanziamento di risorse pubbliche”.

“Il nostro ruolo di rappresentanti delle imprese – conclude – ci impone di continuare a sollecitare le istituzioni affinché si vadano in fretta a superare le difficoltà di attuazione, in particolar modo quelle legate alla burocrazia e i progetti diventino operativi nel più breve tempo possibile. La videosorveglianza capillare è indispensabile sia come deterrente per gli episodi di criminalità, sia in ausilio alle indagini di forze dell’ordine e magistratura. Il progetto di Federpreziosi nazionale, così come il protocollo d’intesa firmato a livello locale con la Polizia municipale di Rimini, sono strumenti in cui crediamo fortemente. A tal proposito, ricordiamo anche che per l’installazione di sistemi di videosorveglianza e antirapina per le imprese, sono stati stanziati fondi da parte dell’Ente Bilaterale territoriale del Terziario della provincia di Rimini (Ebc) e dell’Ente Bilaterale Unitario Regionale del Turismo (Eburt) a cui è possibile richiedere dei contributi. Per la sicurezza di tutta la comunità è il momento di passare dalle parole ai fatti. Ci rendiamo come sempre disponibili a confrontarci per centrare insieme gli obiettivi auspicati”.

Ultimi Articoli

Scroll Up