Home > Ultima ora politica > ”IL FIORE DEL PARTIGIANO “ Sabato 8 settembre h. 16,00 PIAZZA TRE MARTIRI

”IL FIORE DEL PARTIGIANO “ Sabato 8 settembre h. 16,00 PIAZZA TRE MARTIRI

L’8 settembre 1943, nel percorso di nascita della nostra democrazia, è una data che segna uno spartiacque: l’armistizio firmato tra l’Italia (un Paese fascista, monarchico che nel 1940 dichiara guerra al mondo in stretta alleanza con il sanguinario Hitler e la sua Germania nazista) e le altre Nazioni che da quel momento sarebbero diventate le nostre alleate. Questa data segna per l’Italia l’ora del riscatto dalle barbarie e dalla oppressione di una dittatura che dietro a millantate e ipocrite promesse di rivoluzione e giustizia sociale per il popolo italiano ha annientato ogni forma di dissenso e di opposizione attraverso l’uso del crimine (delitto Matteotti), il manganello e l’olio di ricino. L’8 settembre del 1943 sancisce la nascita della Resistenza e la fine della dittatura fascista; questo è un giorno particolare nella nostra Storia: considerata da alcuni l’inizio di un nuovo capitolo, da altri (i vinti!) un tradimento militare!

Nel 2018, all’ombra di un potere che non si limita più a strizzare l’occhiolino al fascismo, ma cita quell’epoca direttamente negli slogan e nelle modalità brutali, in barba alla nostra Costituzione nata dalla dura lotta della Resistenza, è più che mai necessario sostenere la pace, la multiculturalità e il diritto alla dignità di ogni essere umano, abbandonando folli idee come la difesa dei confini, della razza o deliri orwelliani sulla sicurezza,

Una sicurezza brandita da collaudati pregiudicati che in questi giorni si arrogano il diritto di sfilare citando vittime di violenza di stupro; pregiudicati che si rifanno ad un’ideologia che ha voluto scrivere come scienza il concetto dove risulta che il cervello delle donne è inferiore a quello degli uomini; pregiudicati che intendono il corpo delle donne nella disponibilità degli uomini; pregiudicati che vedono un mondo in verticale: sopra i potenti, sotto gli schiavi; sopra i ricchi e i privilegiati, sotto i diseredati e i senzacasa (proprietà privata sacra! SGOMBERIAMOLI TUTTI!!…tutti sotto i ponti… che crollano! ah… firmare i contratti e dopo otto anni dimenticarsene!); sopra il forte, sotto il debole.

Per questo non ci stancheremo mai di dire che Rimini è antifascista invitando tutti a partecipare al nostro presidio in Piazza Tre Martiri, Rimini, sabato 8 settembre h. 16,00, per una gioiosa festa e per posare insieme a noi un fiore, che è un seme di pace, al monumento partigiano dei TRE MARTIRI.

Scroll Up