Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Fondazione Carim: venerdì “Capire davvero Cagnacci. Tra New York e Londra”

Fondazione Carim: venerdì “Capire davvero Cagnacci. Tra New York e Londra”

Torna l’atteso appuntamento con “I Maestri e il Tempo”, il ciclo di conferenze curato da Alessandro Giovanardi per la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e giunto alla settima edizione.

Appuntamento domani venerdì 10 marzo alle ore 17.30 presso il salone delle feste di Palazzo Buonadrata (Corso d’Augusto 62, Rimini). A inaugurare il nuovo ciclo sarà la relazione su “Capire davvero Cagnacci. Tra New York e Londra” di Gabriello Milantoni, storico dell’arte e filologo, tra i più brillanti e originali interpreti dell’arte sacra dal Medioevo alla Modernità, autore – tra gli altri – di smaglianti saggi su Cagnacci, il Seicento romano ed emiliano, il Tempio Malatestiano e Pisanello.

Cagnacci è considerato da tempo una figura di spicco del panorama mondiale della pittura del Seicento  – dichiara Alessandro Giovanardi lo dimostra il fatto che all’inizio del 2017 si è chiusa a New York presso la prestigiosa Frick Collection una piccola, preziosa rassegna dedicatagli dal curatore Xavier F. Salomon, per riaprire i battenti a Londra (National Gallery) in febbraio. Un grande onore per il maestro nato a Santarcangelo, che ha offerto al territorio riminese i suoi primi capolavori, intessuti di un intenso misticismo. Ma la comprensione del grande maestro in tutte le sue sottigliezze stilistiche, formali, letterarie, drammaturgiche e teologiche sfugge spesso al grande pubblico. Per questo abbiamo chiesto all’intelligenza sofisticata e appassionata di Gabriello Milantoni di aiutarci a capire davvero Cagnacci, a entrare nel suo mondo di relazioni umane e culturali, a donarci gli strumenti per leggerlo e amarlo come si deve”.

Fil rouge delle varie conferenze del ciclo sarà, infatti, il tema “Leggere l’arte, leggere il mondo”, che darà la possibilità ai relatori e al pubblico di interrogarsi su cosa significhi capire l’opera d’arte e comprendere come, attraverso pittura, disegno e scultura, possiamo comprendere il mondo e leggerlo meglio.

La rassegna si articolerà in due periodi: il primo prenderà avvio domani e continuerà con gli appuntamenti del 24 marzo con Sabrina Foschini su “Il Gran Ballo del Cosmo. Primitivi e Avanguardie in Russia alla vigilia della Rivoluzione”, il 7 aprile con Massimo Pulini con una lezione su “Alla ricerca di Guercino. Nuove scoperte e studi”, il 5 maggio con Lina Bolzoni che approfondirà il tema “Teatri della memoria fra Rinascimento e Novecento”, il 19 maggio con Elisa Tosi Brandi su “Isotta diva e divina” e, infine, il 26 maggio con Giovanni Carlo Federico Villa e Alessandro Giovanardi che interverranno sul tema “Giovanni da Rimini fra Londra e l’Oriente”. Il secondo ciclo di conferenze, invece, si terrà in autunno.

Il ciclo de “I Maestri e il Tempo”, che si svolge con il patrocinio dell’Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico di Rimini e con il contributo di Hotel Ambasciatori Rimini, Hotel Sporting e Centro Stampa Digitalprint, è considerato tra gli eventi culturali più prestigiosi della città e il fiore all’occhiello della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini.

Ultimi Articoli

Scroll Up