Home > Ultima ora cronaca > Dà fuoco ai rifiuti per smaltirli, denunciato dai Carabinieri Forestali

Dà fuoco ai rifiuti per smaltirli, denunciato dai Carabinieri Forestali

E’ stato deferito all’Autorità Giudiziaria un uomo di 57 anni, residente a Riccione, per combustione illecita di rifiuti in quanto sorpreso a bruciare, in Via Tavernelle, nel territorio comunale di Rimini, un cumulo di materiali di varia natura (arredi, cartoni, polistirolo ecc.).

I militari della Stazione CC Forestale di Rimini sono intervenuti sul posto a seguito di una segnalazione di fumi fastidiosi e maleodoranti.  Giunti in Via Tavernelle le divise hanno individuato un rogo di un cumulo di circa 3 metri cubi di rifiuti vari su una superficie di circa 5 m. quadrati. Tra i materiali che stavano bruciando figuravano legnami trattati con vernici, cartoni, polistiroli, inserti di metallo e altro. All’autore dell’incendio è stato chiesto di spegnere immediatamente il fuoco mentre l’area veniva sequestrata per consentire il successivo campionamento e la classificazione dei rifiuti da parte di ARPAE.

L’APPELLO DEI CARABINIERI FORESTALI

Il Comando Gruppo CC Forestale di Rimini oltre a confermare che, come appunto per il  caso descritto, possono essere molto gravi le conseguenze, anche penali,  della combustione di rifiuti (tra i quali rientrano a pieno titolo gli arredi di scarto, i legnami verniciati, gli infissi, le plastiche ecc.), coglie l’occasione per suggerire ai cittadini di fare molta attenzione alle ordinanze emesse dai Comuni per migliorare la qualità dell’aria a seguito degli sfioramenti dei parametri relativi alle polveri sottili (PM10).

Infatti queste ordinanze vietano tutti gli abbruciamenti, anche quelli  di residui vegetali che invece, per le aziende agricole, forestali e assimilabili, in piccoli cumuli e previa comunicazioni al numero verde regionale 800841051, possono essere normalmente autorizzati. I Decreti Antismog vietano tutte le combustioni all’aperto compresi barbecue, falò e quant’altro. Sempre vietate e con gravi conseguenze, in quanto il fatto costituisce illecito penale, sono invece sempre le combustioni di rifiuti”.

Scroll Up