Home > Ultima ora politica > “Garantire spiaggia ai disabili”: parte la campagna del Pd Rimini

“Garantire spiaggia ai disabili”: parte la campagna del Pd Rimini

“E poi ritornammo a veder il mare”. La segreteria provinciale del Partito Democratico impegnata in una campagna di sensibilizzazione per la creazione di passerelle con ampi spazi di manovra sull’arenile e sulla battigia che facciano godere la spiaggia ai portatori di handicap.

Dicono il segretario Filippo Sacchetti e Claudia Corsini: “La battaglia sull’abbattimento delle barriere architettoniche sul demanio e ovunque è prioritaria tra le politiche del Partito almeno quanto è prioritaria la dignità delle persone non autosufficienti”

“Solo una società senza barriere architettoniche può dirsi veramente tale – spiegano – perché il fornire a ogni persona le medesime opportunità di vivere il territorio è alla base di ogni buon governo e del vivere civile. E’ partendo da questo assioma che, alla vigilia di una stagione estiva che ci si augura la campagna vaccinale in corso consentirà di godere in pieno, il Partito Democratico di Rimini raccoglie gli appelli di numerose persone con disabilità della provincia e lancia una campagna di sensibilizzazione mirata alla piena fruizione dell’arenile”.

“Il nostro arenile, specie nel tratto fra Cattolica e Rimini, è piuttosto sprovvisto di passerelle e scivoli che consentano ai portatori di handicap in carrozzella di raggiungere il bagnasciuga e poter godersi la vista del mare. Chiediamo quindi a tutti i nostri rappresentanti politici e ai nostri esponenti nelle amministrazioni pubbliche di farsi portavoce della necessità di realizzarne in tutti gli stabilimenti e nelle spiagge libere” proseguono il segretario provinciale Filippo Sacchetti e la delegata in segreteria al welfare Claudia Corsini.

“Chiediamo tutti insieme passerelle realizzate con materiali inseriti nel contesto paesaggistico che non rendano difficoltoso il percorso, con ampi spazi all’inizio, a metà spiaggia e in prossimità della battigia, così che i fruitori possano avere una certa mobilità anche se non accompagnati” proseguono, manifestando l’intenzione di “portare queste istanze a tutti i livelli di governo, consci che la battaglia sull’abbattimento delle barriere architettoniche sul demanio e ovunque è prioritaria tra le politiche del Partito almeno quanto è prioritaria la dignità delle persone non autosufficienti”, concludono.

Ultimi Articoli

Scroll Up