Home > Ultima ora politica > Gemmano, 18 percettori del Reddito di cittadinanza ai lavori socialmente utili

Gemmano, 18 percettori del Reddito di cittadinanza ai lavori socialmente utili

Il Comune di Gemmano è il primo a partire nel Distretto di Riccione con i PUC “Progetti Utili Collettività” che hanno come scopo quello di impiegare i percettori di reddito di cittadinanza nei lavori socialmente utili. Gemmano ha presentato tre progetti per 18 volontari percettori di Reddito di cittadinanza.

Primo progetto: “Viviamo Gemmano” per la tutela dei beni comuni e dell’ambiente; “Cultura”, per la gestione del Centro di lettura inclusivo della cittadinanza; “Formazione” per la gestione delle attività formative, scolastiche e del dopo scuola inclusivo della cittadinanza.

“I tre progetti gemmanesi – spiega soddisfatto il Sindaco Riziero Santi – sono i primi, e per il momento gli unici, ad apparire nel portale del Ministero del lavoro e delle politiche sociali fra i 14 comuni dell’area sud della provincia. I progetti prenderanno il via dal prossimo primo ottobre. I 18 percettori dovranno svolgere minimo 8 ore settimanali, saranno assicurati e forniti di dispositivi di protezione individuale e saranno coordinati dai funzionari del comune. Svolgeranno le loro attività per obiettivi, nel senso che ad ognuno di loro sarà affidato un obiettivo da raggiungere nei tempi e con le modalità prestabilite”.

I responsabili dei progetti per il comune di Gemmano sono Sabrina Allegretti e Sanzio Brunetti che si rapportano con le strutture ministeriali e quelle del Distretto riccionese che hanno come referente il Responsabile Massimiliano Alessandrini.

“I PUC – conclude Santi – danno valore aggiunto all’istituto del Reddito di Cittadinanza, danno dignità ai percettori del Reddito e offrono un servizio prezioso alla collettività”.

Scroll Up