Home > Ultima ora Attualità > Giornata dell’albero 2020: ecco le nuove piantumazioni nei Comuni – FOTO

Giornata dell’albero 2020: ecco le nuove piantumazioni nei Comuni – FOTO

E’ stata l’assessore all’ambiente del Comune di Rimini, Anna Montini, a dare il via questa mattina alla Giornata internazionale dell’albero. Con lei anche il colonnello Aldo Terzi, comandante del Gruppo provinciale Forestali Carabinieri, e i volontari della Guardia Ecologica. Sono stati loro a piantumare i primi dei 3 mila alberi (e oltre 400 arbusti) previsti dal nuovo piano verde del Comune id rimini, su un’area complessiva di 3,5 ettari.

A Rimini sono state tre le aree in cui si sono effettuate le prime piantumazioni, che proseguiranno poi nelle settimane successive, per un totale di 1,5 ettari a cui ne seguiranno nei mesi successivi altri 2. La prima area è quella del bosco urbano della Gaiofana; il risultato finale sarà la piantumazione di ben 700 alberi e 400 arbusti tra Aceri, Carpini, Frassini e Ontani, grazie ai finanziamenti della Regione Emilia Romagna. La seconda, il parco Marcovaldo di Viserba, vicino alla nuova area di sgambamento cani, in cui si realizzerà una nuova area verde di 30 alberi. La terza riguarda la via Circonvallazione ovest (zona I Malatesta), in cui sarà realizzata un’area verde con le alberature, circa 600, messe a disposizione dalla Regione.

Oggi, Sabato 21 novembre, si celebra la Giornata nazionale degli alberi, ridefinita dal 2013 come ricorrenza nazionale con una legge della Repubblica.

L’obiettivo è quello di valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo e di ricordare il ruolo fondamentale ricoperto da boschi e dalle foreste. La giornata prevede anche numerose iniziative concrete volte alla riqualificazione del verde urbano e alla valorizzazione degli spazi pubblici, come la messa a dimora di nuovi alberi.

Il Comune di Rimini ha scelto proprio questa data simbolica per avviare una importante serie di piantumazioni che porteranno ad aumentare di più di 3 mila tra alberi ed oltre 400 arbusti il patrimonio verde della città. Interventi resi possibili dalla collaborazione con i vivai regionali, anche attraverso il progetto regionale #mettiamoradiciperilfuturo, con cui la Regione intende realizzare il corridoio verde dell’Emilia Romagna.

Proseguiranno inoltre per tutto il periodo invernale i lavori di piantumazione da parte di Anthea di circa 100 alberi nelle vie comunali tra le quali via Alfieri, via Leopardi, via Covignano, via Rimembranze, via Coriano dove si ripiantumeranno alberature abbattute negli anni passati.

 

SANTARCANGELO DI ROMAGNA

I lavori per rendere il parco di via del Biancospino un’area verde inclusiva e accessibile a tutti si sono conclusi questa mattina (sabato 21 novembre), con la piantumazione di un orniello in occasione della Giornata nazionale dell’albero.

Dopo aver rimosso le strutture esistenti, ormai usurate, è stata infatti realizzata una pavimentazione in gomma colata, per consentire l’accesso al parco e alle aree attrezzate anche a persone disabili in carrozzina o a chi utilizza strumenti a supporto della deambulazione.

Installati anche sei tavoli in plastica riciclata e diversi giochi per bambini: un’altalena con seggiolini misti, una casetta, giochi a molla e due porte da calcetto. Per la realizzazione di questo intervento, l’Amministrazione comunale ha impiegato complessivamente 52.000 euro.

“Prosegue la riprogettazione dello spazio pubblico intrapresa per incentivare le persone a trascorrere più tempo all’aria aperta, mettendo a disposizione aree verdi rinnovate” affermano la sindaca Alice Parma e la vice sindaca con delega all’Ambiente, Pamela Fussi. “Nel parco di via del Biancospino aumentano tavoli e panchine per favorire la socialità, migliora l’accessibilità dell’area e dei giochi in direzione di una maggior inclusione, viene incrementato il verde pubblico grazie alla piantumazione di un nuovo albero, un segnale di attenzione ambientale così come l’utilizzo di materiali riciclati per alcuni elementi d’arredo. Il lavoro sul verde e la forestazione urbana proseguirà – concludono sindaca e vice – con un’iniziativa importante che presenteremo la prossima settimana”.

 

CORIANO

Sabato 21 novembre l’amministrazione comunale di Coriano ha celebrato la Giornata Nazionale dell’Albero alla scuola Don Milani a Ospedaletto insieme ad una rappresentanza di insegnanti, alunni, il dirigente scolastico Barbara Cappellini e il corpo delle Guardie Ecologiche.

L’assessore Anna Pazzaglia ha illustrato come i lavori di riorganizzazione di tutti i giardini delle 10 scuole del Comune di Coriano, per un importo di 150.000 euro, siano stati iniziati nel 2019 e completati a fine ottobre 2020 con la piantumazione di oltre 1100 piante tra alloro, pittosforo, lauro, ligustro, fotinia, evonimo, cipresso, viburno per creare siepi attorno a tutte le recinzioni.

Questo progetto si è incrociato con la campagna della Regione Emilia Romagna “Mettiamo radici per il futuro” partita a settembre con cui gli enti pubblici e anche privati possono ritirare gratuitamente, attraverso i vivai convenzionati, piante da mettere a dimora.

Il Comune di Coriano ha aderito alla campagna con il ritiro di circa 20 alberi di acero campestre, frassino maggiore, orniello, tiglio, paulonia e liquidambar da piantare nei giardini delle scuole. In diretta Facebook sono stati piantati 3 alberi, con la partecipazione e il coinvolgimento dei ragazzi e delle loro insegnanti. Il Sindaco Domenica Spinelli ha sottolineato come piantare alberi sia un gesto di speranza, soprattutto in questo momento così difficile.

 

MISANO

La giornata nazionale degli alberi che si celebra oggi è stata l’occasione per dare simbolicamente il via alla piantumazione delle alberature che Misano Adriatico ha ottenuto nell’ambito dell’iniziativa regionale ‘Mettiamo Radici per il Futuro’. Una settantina le piante destinate a creare un polmone verde a Scacciano, nel parco su Via dei Medici, e a Misano Monte. Le varietà utilizzate vanno dal carpino, bianco e nero, all’ontano e alla quercia, tutte piante autoctone che ben si adattano al territorio.

Proprio nel parco di Scacciano, in mattinata, si è tenuta una cerimonia alla presenza del sindaco Fabrizio Piccioni, dell’assessore all’ambiente Nicola Schivardi, dell’assessore ai lavori pubblici Marco Ubaldini, e del Comandante Provinciale dei Carabinieri Forestali Aldo Terzi, nel corso della quale, oltre a piantare alcuni esemplari, si è ricordato l’impegno di Misano Adriatico per la qualità ambientale.

“L’incremento delle alberature – ha spiegato il sindaco Fabrizio Piccioni – contribuisce in modo rilevante al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 su cui Misano ha basato un progetto di sensibilizzazione al tema del cambiamento climatico, che è stato approvato dalla Regione. Gli alberi sono dei formidabili alleati per la qualità dell’area che respiriamo: assorbono i carichi inquinanti e contribuiscono all’abbattimento di polveri e rumori mediante l’assorbimento di anidride carbonica. Siamo partiti da qui, ma come amministrazione continueremo a portare avanti il nostro impegno per fare di Misano un comune sempre più verde”.

Dopo Scacciano ci si è spostati in Via Salvo d’Acquisto, dove era presente anche il Comandante della stazione dei Carabinieri di Misano Nicola Travaglino, per visionare i lavori appena ultimati di riqualificazione dell’incrocio con via Rossini e di sistemazione del marciapiede di fronte alla Caserma dei Carabinieri. A completamento dei lavori, in settimana, erano stati piantati quattro alberi della specie Ginkgo Biloba.

 

CATTOLICA

Saranno oltre 2500 gli alberi che “troveranno casa” prossimamente a Cattolica. Una piantumazione dai numeri importanti che rientra in più ampie azioni politiche ambientali. Questo dato arriva nella giornata della Festa dell’Albero 2020 (21 Novembre), data in cui l’Amministrazione metterà a dimora 90 nuovi alberi: 1 per ogni nuovo nato nell’ultimo anno. Le nuove piantumazioni verranno effettuate in un’area verde tra il VGS e la scuola media Filippini. Una ulteriore azione in difesa del clima, per la salvaguardia del Pianeta e di chi ci vive. Un’occasione per celebrare gli alberi e il loro indispensabile contributo alla vita abbracciando il progetto “Mettiamo Radici per il Futuro” della Regione Emilia-Romagna. In particolare si sono richiesti e ritirati esemplari di acero campestre (15 alberi), leccio (25), bagolaro (10), quercia (20), pino (10), frassino (10), tramite il vivaio Bilancioni di Bellaria Igea Marina accreditato dalla Regione.

Nella memoria collettiva vi è ancora la grande festa dello scorso anno quando vennero messi a dimora 320 alberi nel parco cittadino di Piazzale Aldo Moro. Una bella iniziativa che ha coinvolto molti cittadini che con i loro bambini hanno piantato gli alberi. “Avremmo avuto il piacere di invitare i genitori dei bambini ad una cerimonia pubblica. Purtroppo – spiega l’Assessore all’Ambiente Lucio Filippini – le necessarie misure per prevenire la diffusione del Covid19 ci costringono a dirvi che questa occasione di incontro sarà rinviata alla prima occasione utile. Probabilmente avremo modo di organizzare una meravigliosa festa nella prossima primavera. L’appuntamento, quindi, è solo rinviato e sarà nostra premura comunicarvi la data e le modalità dell’incontro”.

Ma l’azione “verde” per Cattolica continuerà nei prossimi mesi. “La nostra Amministrazione – spiega il Sindaco Gennari – ha chiesto un grande investimento ambientale quale opera compensativa per la realizzazione della terza corsia dell’autostrada A14. Parliamo di ben 2500 alberi che verranno piantumati dalla primavera in aree nei pressi delle vie Toscanini e Savio. L’intervento è a totale carico della Società Autostrade che dovrà occuparsi della manutenzione delle nuove alberature per i successivi 12 anni. Ed ancora, nelle prossime settimane altre 51 piante saranno collocate alle spalle del Conad Diamante, nella zona di via Ravel, andando a valorizzare e rendere pienamente fruibile un parco verde cittadino. Si tratta azioni portate avanti cercando di immaginare il futuro dei nostri figli, un invito a ripensare i propri stili organizzativi e di vita per renderli sempre più sostenibili e a contribuire in maniera concreta a contrastare i cambiamenti climatici”.

 

Scroll Up