Home > Politica > GRASSI SI E’ DIMESSO, BUFERA SULL’APT

GRASSI SI E’ DIMESSO, BUFERA SULL’APT

Liviana Zanetti, presidente di Apt Servizi Emilia Romagna, annuncia le dimissioni di Fabio Grassi, responsabile della comunicazione dell’agenzia: «Ho accettato le dimissioni volontarie del capo Ufficio stampa e responsabile della Comunicazione Fabio Grassi, motivate dalla volontà di tutelare l’immagine dell’azienda e dell’intera attività di comunicazione turistica condotta fino ad oggi».

«In riferimento all’articolo pubblicato sul Corriere di Bologna del 9 agosto – dice la presidente nel suo comunicato –  che coinvolge l’azienda Apt servizi riportando notizie che arrecano grave pregiudizio dell’immagine dell’azienda, e alla richiesta dell’assessore regionale al Turismo e Commercio della Regione Emilia-Romagna, Andrea Corsini, di attivare un’accurata e approfondita indagine interna che, in tempi rapidi, faccia piena luce su ogni circostanza descritta, sono già state attivate tutte le azioni necessarie utili e doverose».

Il Movimento 5 Stelle va subito all’attacco: «A questo punto – commenta la consigliera regionale Raffaella Sensoli  crediamo che un semplice esposto alla Corte dei Conti non sia più sufficiente. Nei prossimi giorni ne presenteremo un altro anche alla Procura della Repubblica, anche se alla luce di quanto riportato dalla stampa sulle ammissioni del capo ufficio stampa di Apt, crediamo ci siano tutti gli elementi perché la magistratura possa muoversi autonomamente». Secondo la Sensoli, viene così confermato «quello che è sempre stato il nostro sospetto, ovvero che parte dei fondi per la promozione del turismo in Emilia-Romagna venisse utilizzata in modo del tutto anomalo. Abbiamo portato alla luce una zona che lo stesso Grassi oggi definisce “grigia”. Per questo crediamo che oltre alla Corte dei Conti si debba muovere anche la Procura per individuare le responsabilità visto che le ipotesi di reato che si prefigurano vanno dalla truffa alla tentata corruzione».

E la consigliera pentastellata conclude con l’affondo: «Dal punto di vista politico, invece, chiediamo alla giunta l’azzeramento di tutti i vertici di Apt Servizi».

 

Scroll Up