Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Il Bellaria Film Festival chiude raccontando i suoi 40 anni con Enrico Ghezzi

Il Bellaria Film Festival chiude raccontando i suoi 40 anni con Enrico Ghezzi

Domenica 15 maggio si chiude la quarantesima edizione del Bellaria Film Festival (BFF) con una giornata ricchissima di eventi.

Per raccontare la storia di 40 anni di Bellaria Film Festival si è deciso di celebrare Enrico Ghezzi, fondatore di Blob e Fuori Orario, nonché direttore del Festival per oltre quindici anni. 
La presentazione del libro L’acquario di quello che manca (La nave di Teseo), curato da Aura Ghezzi e Alberto Pezzotta, che raccoglie scritti di Enrico Ghezzi sulla sua visione del mondo e dell’arte, verrà accompagnata da una serie di letture orchestrate da Aura Ghezzi, con Lucia Mascino e Lino Musella, alle quali si aggiungono le voci dei giovani attori della compagnia teatrale Socìetas Raffaello Sanzio, Francesco Dell’Accio, Maddalena Guidi e Pier Paolo Zimmermann.

L’evento di chiusura è affidato al film I Tuttofare della regista catalana Neus Ballús, una commedia che smonta luoghi comuni, pregiudizi, stereotipizzazioni, offrendo un nuovo esempio di mascolinità, capace di anteporre dialogo e gentilezza. 
La regista sarà presente a presentare il film.
I Tuttofare uscirà nelle sale italiane il 9 giugno distribuito da Academy Two.

Evento speciale sarà la proiezione del film Memoria di Apichatpong Weerasethakul con protagonista Tilda Swinton, presentato in anteprima nazionale alla presenza del curatore ed editore Giovanni Marchini Camia.

I registi Yuri Ancarani (Atlantide), Matteo Tortone (Mother Lode) e Matteo Zoppis (Re Granchio) saranno i protagonisti dell’incontro “Oltre il reale, verso l’immaginario” .

Due i film della giornata che concorrono al premio Gabbiano.
La regista Maria Cristina Giménez Cavallo, presenterà in anteprima mondiale il suo cortometraggio La Grande Quercia, frutto di una coraggiosa sfida tecnica e concettuale: ribaltare il punto di vista antropocentrico della narrazione cinematografica per offrire una prospettiva più articolata sulla realtà, sui legami invisibili tra gli esseri viventi e sul nostro ruolo nel mondo.
Il Posto Sospeso di Manuel Zani racconta la vita dei pochi abitanti di Ville Montetif, che si intreccia ad abitudini e mestieri antichi, come quello del tegliaio. Il mondo esterno si manifesta nell’assenza delle persone amate, che raramente tornano al villaggio, mentre la natura irregolare contribuisce ad aumentare il senso di isolamento e stasi. Il regista Manuel Zani sarà presente a introdurre il film.
Tutti i film del Premio Gabbiano sono disponibili in streaming su MYmovies ONE.

Altro evento speciale della giornata sarà la proiezione del film La Moda del Liscio, in presenza della regista Alessandra Stefani. Gli istanti dell’ultimo giorno di gloria di uno storico interprete del liscio diventano il racconto corale di grandi e piccoli personaggi di questo genere musicale, in bilico tra decadenza e desiderio di sopravvivere. 

La serata culminerà con la cerimonia di premiazione ufficiale dei concorsi Casa Rossa e Gabbiano, alla presenza dell’attrice Lucia Mascino,organizzata in collaborazione con “Casine” En.A.I.P. – Cesena. Saranno presenti in sala le autrici e gli autori dei premi.
La cerimonia sarà seguita dalla festa di chiusura con Dj Set di Djohnson e DJ Fitness, in collaborazione con Vista Mare.

Ultimi Articoli

Scroll Up