Home > Ultima ora politica > Il Museo di Auschwitz denuncia ai giudici polacchi la maglietta di Predappio

Il Museo di Auschwitz denuncia ai giudici polacchi la maglietta di Predappio

La maglietta “Auschwitzland” finisce davanti ai giudici. Per ora quelli polacchi, ma presto anche quelli italiani.

Il caso era scoppiato domenica scorsa a Predappio, quando la T-shirt era stata indossata da Selene Ticchi, facente parte del servizio d’ordine durante la commemorazione della marcia su Roma di Mussolini. già candidata sindaco di Budrio per Aurora Italiana e militante di Forza Nuova, che però dopo il gesto del 28 ottobre l’ha espulsa.

A denunciare la Ticchi in Polonia è stato il Museo di Auschwitz. Lo riferisce il deputato Pd Emanuele Fiano, che oggi si trova in visita al campo di sterminio nazista con una delegazione parlamentare. “Ho già detto che quella t shirt è disgustosa e chi l’ha indossata ha compiuto una provocazione inaccettabile”, commenta il parlamentare di origine ebraica.

Condannata anche da CasaPound, la maglietta era ispirata alla Disney, che pure ha annunciato verifiche legali: “Troviamo questa t-shirt, e ciò che rappresenta, riprovevole e ripugnante. Abbiamo grande cura nel proteggere il nostro copyright”.

Ma della vicenda potrebbero occuparsi anche i giudici italiani: “Denunceremo la Ticchi anche in Italia” annuncia Fiano.

Ultimi Articoli

Scroll Up