Home > Primo piano > Il quadro “rubato” e portato a Rimini ritorna ad Ancona. Indagato un frate

Il quadro “rubato” e portato a Rimini ritorna ad Ancona. Indagato un frate

Sequestrato e restituito dai carabinieri del Nucleo per la tutela del patrimonio culturale di Ancona alla Chiesa anconetana di San Gaspare del Bufalo, alla presenza dell’arcivescovo di Ancona-Osimo mons. Angelo Spina, il dipinto seicentesco di Claudio Ridolfi (Verona 1570 – Corinaldo 1644) raffigurante la “Madonna portata in volo da un coro di putti” (190×125).

I Frati Missionari del Preziosissimo Sangue la portarono a Rimini nel 2003  in via Santa Chiara, credendola di loro proprietà, quando lasciarono la Chiesa di San Gaspare del Bufalo.

Le indagini, coordinate dal pm di Ancona Rosario Lioniello e condotte dai Carabinieri Tpc, con la collaborazione dei colleghi di Ancona e Rimini, dell’Ufficio Beni Culturali Diocesi di Ancona-Osimo e della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche, hanno appurato che il dipinto era invece parte degli arredi donati in comodato d’uso dalla Diocesi ai Frati quando si insediarono nella chiesa. Anche la documentazione archivistica ottocentesca presso l’Archivio di Stato lo ha confermato.

Qattro secoli fa il pittore Claudio Ridolfi non avrebbe potuto immaginare che la sua “Madonna portata in volo da un coro di putti” avrebbe avuto vicende così travagliate, fatte di un trasferimento che non aveva ragion d’essere e di un anziano prete finito sotto indagine.

Dopo 17 anni l’opera sarà formalmente restituita all’Arcivescovo di Ancona-Osimo Angelo Spina con una cerimonia prevista per il 18 ottobre pomeriggio alla chiesa di San Gaspare.
Il dipinto era stato sequestrato dai carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Ancona lo scorso 2 luglio, nell’ambito dell’indagine coordinata dal pm Rosario Lioniello.
L’apertura del fascicolo è arrivata dopo quasi vent’anni di infruttuosi contatti tra le parti per riportare il dipinto ad Ancona.

 

Scroll Up