Home > Sport > Rimini: sconfitta sotto la pioggia a Padova. 1-0

Rimini: sconfitta sotto la pioggia a Padova. 1-0

Padova – Rimini 1-0

 

Padova: Minelli, Pelagatti, Kresic (33° Andelkovic), Lovato, Germano, Buglio (46° Mandorlini), Piovanello (68° Rondanini), Castiglia, Baraye, Mokulu (67° Pesenti), Santini (67° Soleri).

In panchina: Galli; Daffara, Rondanini, Capelli, Andelkovic, Cherubin; Fazzi, Serena, Mandorlini; Bunino, Pesenti, Soleri.
Allenatore: Sullo.

 

Rimini: Sala, Scappi, Ferrani, Picascia, Finizio (76° Mancini), Cigliano (76° Bellante), Palma, Montanari, Nava, Zamparo (69° Gerardi), Arlotti (57° Ventola).
In panchina: Scotti, Santopadre, Messina, Mancini, Pari, Lionetti, Bellante, Gerardi, Ventola.
Allenatore: Colella.

Arbitro Angelucci di Foligno;

Guardalinee: Miniutti di Maniago e Segat di Pordenone.

Ammoniti: Scappi, Kresic, Fazi, Soleri, Ferrani

Reti: 73° Mandorlini

 

Partita difficile, quella che va in scena all’Euganeo di Padova, e che segna l’esordio in panchina biancorossa del nuovo allenatore Giovanni Colella, che sostituisce Renato Cioffi. 

La partita, il cui incasso devoluto alle popolazioni veneziane colpite dall’acqua alta, vede i padroni di casa – tra i favoriti del girone – alla ricerca della vittoria, dopo le ultime due partite che li ha visti in difficoltà con FeralpiSalò e Sudtirol.

Il Rimini non ha niente da perdere, non sono queste le partite in cui si possono fare punti. Ma provarci è d’obbligo. “Prendo quello che viene”, ha dichiarato il neo allenatore biancorosso. Sorprende Sala titolare al posto del super collaudato Scotti.

Rimini in completo blu, padroni di casa in maglia bianca con inserti rossi.

Calcio di inizio per gli euganei, terreno di gioco davvero problematico, al limite dell’impraticabilità.

1° – Arlotti servito al limite non ci pensa più di un attimo. Calcio violento, spiovente e alto di poco.

2° – Zamparo vuole tutto da solo pur avendo due uomini liberi alla sua destra e sinistra. Tiro in bocca al portiere padovano.

4° – Sinistro di Buglio da fuori area, a lato.
5° – Altro tentativo che pareggia le azioni del Rimini con un tentativo di Piovanello, neutralizzato da Sala.

8° – Su calcio di punizione alto in area, Sala sbaglia completamente il tempo dell’uscita nel tentativo di presa alta. Buon per lui che il colpo di testa di Lovato va appena fuori a porta sguarnita.

Molto difficile giocare in un campo in queste condizioni.

11° – Cross basso, da sinistra, di Buglio. Mokulu non ci arriva e Nava  recupera il pallone.

12° – Azione insistita e in profondità di Santini. Scappi riesce a deviare in angolo. Sul corner impatto di testa di Kresic con Zamparo. Partita sospesa per le necessarie cure. Entrambi escono, il difensore bianco scudetto rientra co un’ampia fasciatura in testa.

Buona partenza del Rimini ma i padroni di casa stanno crescendo.

16° – Rientra Zamparo, anche lui con una vistosa fascia in testa, e si ripristina la parità numerica.

21° – Ammonito Scappi per aver toccato con un braccio, poco fuori area, il tentativo di un attaccante padovano.

In alcune parti del terreno di gioco il pallone non rimbalza. Sulla parte sinistra del Rimini, è praticamente impossibile controllare la sfera.

27° – Su respinta della difesa, a seguito di un calcio di punizione, calcio al volo di Scappi. Bel gesto tecnico ma inefficace.

30° – Azione insistita di Claudio Santini, che, complice qualche rimpallo, riesce ad esplodere un sinistro che similia di poco a lato, sulla destra di Sala.

32° – Finizio sulla destra tira su un difensore, angolo.

Kresic non ce la fa e viene sostituito.

36° – Bella azione con tre passaggi che fa arrivare il pallone a Zamparo. Equilibrio impossibile e caduta, in area, dell’attaccante biancorosso.

Piove da oltre un giorno e sta incrementando l’intensità.

38° – Sempre il terreno difficile consente a Sala di impossessarsi della sfera, pericolosamente in possesso di Mokulu.

39° – Finizio respinge un tiro di Baraye.

40° – La difesa patavina riesce a allontanare un bel pallone messo a centro area da Finizio.

42° – Palma da lontano, sperando nel pallone scivoloso. Rimbalzo all’altezza del dischetto ma Minelli non si fa sorprendere.

Il pallone schizza e rimbalza a prescindere dalle intenzioni dei giocatori in campo. Si gioca a ping pong. Impossibile controllare. Quando gli scarpini affondano nel terreno, si solleva una nuvola d’acqua.

La pioggia battente

Partita comunque piacevole ma notevole dispendio di energie.

Dopo due minuti di recupero, tutti sotto la doccia… primo tempo finito.

46° – Cross di Palma deviato in fallo laterale.

47° – Sul rovesciamento di fronte bel tiro di Mokulu da appena fuori area, alto. Ancora un’azione insistita dei padroni di casa, senza esito.

Partita gradevole e a buon ritmo nonostante le condizioni del campo. Il Padova ha maggiore possesso palla ed è sempre pericoloso. Il Rimini si sta allungando e sta calando nell’intensità.

56° – Stefano Minelli, estremo scudo crociato, sbroglia una matassa complicata in area andando a rubare pallone sui piedi di Zamparo.

I padroni di casa premono in continuazione anche se non creano azioni davvero pericolose.

63° – Calcio di punizione di Mandorlini dalla distanza. Nulla di fatto, se non un doppio angolo sul prosieguo dell’azione.

66° – Castilla per Germano che dal limite destro spara verso Sala che respinge in angolo.

68° – Grande occasione per il Padova, sul piede di Germano. Bravo il portiere riminese a sottrarre il pallone all’avversario, in piena area.

72° – Buona occasione per il Rimini ma Finizio da posizione defilata non trova lo specchio della porta.

73° – RETE DEL PADOVA. Molto merito va all’estremo riminese che non è riuscito a bloccare un bel tiro di Mandorlini dal limite destro dell’area, su azione di rimessa laterale.

La rete di Matteo Mandorlini (Elevensports.it)

86° – Sceneggiata di Soleri colpisco molto debolmente da Ferrani su un diverbio per una rimessa laterale. Si getta a terra “a scoppio ritardato”. L’arbitro, a pochi passi, ammonisce entrambi.

La sceneggiata di Soleri.

 

4 minuti di recupero dopo azioni alterne ma senza pericolo per nessuna delle due porte.

90+1 – Gerardi non riesce ad approfittare del bel passaggio di un compagno di squadra. Buona occasione ma la difesa libera.

Ultima azione della partita che termina con la vittoria degli scudo crociati. In effetti i padroni di casa, come era logico, hanno fatto i maggiori sforzi per aggiudicarsi i tre punti.

 

 

 

Scroll Up