Home > Ultima ora economia e lavoro > Il World Food Congress per la prima volta in Italia sceglie Rimini

Il World Food Congress per la prima volta in Italia sceglie Rimini

Rimini ospiterà la ventiduesima edizione del World Food Congress di IUFoST nel 2024. È la prima volta che questo appuntamento biennale, organizzato da IUFoST, l’organizzazione internazionale che rappresenta oltre 300.000 scienziati, tecnologi e ingegneri alimentari provenienti da oltre 75 Paesi, si terrà in Italia.

La candidatura è stata promossa dall’Associazione Italiana di Tecnologia Alimentare (AITA), in collaborazione con la destinazione, in particolare il Convention Bureau della Riviera di Rimini e il Palacongressi di Rimini di Italian Exhibition Group, e con AIM Group International, in qualità di organizzatore congressuale. Il forte sostegno da parte delle istituzioni italiane, sia governative che industriali, oltre che delle società scientifiche del settore hanno giocato a favore della scelta del board internazionale.

“Sono molto orgoglioso del risultato e di far parte di un team multidisciplinare che ha saputo affrontare e risolvere con successo le problematiche legate a un progetto così importante che ci ha visto competere con Paesi molto agguerriti sotto il piano dell’ospitalità e della professionalità” dichiara il prof. Sebastiano Porretta, presidente di AITA.

Per l’evento, che si terrà dall’8 al 12 settembre 2024 nella struttura congressuale riminese, si attendono 1.800 partecipanti e tra le 7.500 e le 9.000 presenze nei cinque giorni, generando quindi un’importante ricaduta, in termini di condivisione del sapere e di networking per gli operatori professionali e accademici impegnati in tutte le filiere dell’industria alimentare. A margine del congresso un’ampia area espositiva consentirà alle aziende attive nel controllo, produzione, trasformazione e conservazione degli alimenti di presentare le ultime novità e prodotti.

Il programma del congresso include anche alcune visite tecniche ad aziende del settore alimentare, rinomate a livello internazionale, in particolare lungo la via Emilia e la cosiddetta Food Valley. I partecipanti potranno inoltre visitare prima o dopo il congresso altre località italiane che ospitano importanti aziende del settore, da Milano a Napoli o Palermo, approfittando del soggiorno in Italia per arricchire la propria esperienza.

“Siamo estremamente soddisfatti di essere riusciti a portare per la prima volta in Italia un congresso così importante, legato a una filiera strategica per la nostra economia come quella alimentare. Le nostre destinazioni e il capitale industriale e di sapere che può vantare l’Italia si confermano una leva da valorizzare nel breve e medio termine per la ripresa dell’industria degli eventi” sottolinea Flaminia Roberti, Global Sales Director di AIM Group International.

“Italian Exhibition Group è fiera dell’aggiudicazione al Palacongressi di Rimini di un evento di tale portata. La struttura congressuale riminese, tra le più grandi d’Europa, grazie alle proprie caratteristiche di modernità e flessibilità si sta dimostrando sempre più competitiva anche nei mercati internazionali” osserva Fabio De Santis, direttore della divisione Event & Conference della società fieristica quotata all’MTA di Borsa Italiana. “Questo nuovo successo – continua De Santis – è inoltre in linea con il posizionamento di IEG nel mondo dell’agro-alimentare, dove vanta un ruolo di leadership grazie a manifestazioni come SIGEP, Macfrut e Fieravicola, Beer & Food Attraction”.

 

Ultimi Articoli

Scroll Up