Home > La puèšia ad Muratori > In utóbre luša e’ gas i crès!

In utóbre luša e’ gas i crès!

Ènca setembre bèla zèinta,
l’è zà arvat mi trèinta,
mo quèst un n’à tréntun,
per furtuna ch’un mènca un.

Sicòm che e’ gas e’ crès,
un dé d mènc l’è listès,
us sparagna una muliga,
ènca sl’è ‘na bèla sfiga.

Un s’pò dì ch’ u n’è gnint,
l’è una spésa che las sint,
jè in tènt in znòć ma tèra,
per via dna bróta guèra.

L’è ‘na cativa sòrta,
e chisà cuš ch’las pòrta,
in utóbre per e’ mumèint,
ui sarà un ènt aumént.

E’ crès la luša Dio Sènt!
la crès de sènta per zént,
sè prèz de gas ch’ ui va dré,
qualcun l’à da paghè.

Chi fermarà stè brót lavór?
snò un, l’ è e’ nòst Signór,
ui mandarà una bulèta,
èlta tènt da caghès sàta.

Se adèss e’ gas l’aumenta,
in pó miga fèla frènca,
quii che tròp jà guadagnè,
prima o pò jà da paghè.

Per la lèza ad cuntrapas,
i duvria brušè te gas,
a vòj véda se i malèdèt,
jè bòn da ciud i rubinèt.

Per quel ch’jà fat patì,
nisun l’avria da dì,

ch’i bruša pu te fóg de gas
sèinza strid e’ fè de cias.

Ivano Aurelio Muratori

IN OTTOBRE LUCE E GAS CRESCONO!

Anche questo mese bella gente,/ siamo arrivati al trenta,/ ma questo non ne ha trentuno,/ per fortuna che ne manca uno.

Siccome che il gas cresce,/ un giorno in meno è lo stesso,/ si risparmia un po’/ anche se è una bella sfiga.

Non si può dire che non è niente,/ è una spesa che si sente,/ sono in tanti in ginocchio a terra,/ per via di una brutta guerra.

È una cattiva sorte,/ e chissà cosa ci porta,/ in ottobre per il momento,/ ci sarà un altro aumento.

Cresce la luce Dio Santo!/ cresce del sessanta per cento,/ col prezzo del gas che gli va dietro,/ qualcuno deve pagare.

Chi fermerà questo brutto lavoro,/ solo uno, è il nostro Signore,/ manderà loro una bolletta,/ alta tanto da cacarsi sotto.

Se adesso il gas aumenta,/ non possono mica farla franca,/ quelli che troppo han guadagnato,/ prima o poi devono pagare.

Per la legge del contrappasso,/ dovrebbero bruciare nel gas,/ voglio vedere se i maledetti,/ son capaci di chiudere i rubinetti.

Per quello che han fatto patire,/ nessuno avrebbe da dire,/ che brucino pure nel fuoco del gas,/ senza strillare e far del chiasso.

Ultimi Articoli

Scroll Up