Home > Ultima ora > L’assessore Sadegholvaad risponde sulla Grotta Rossa: “Polemiche pretestuose”

L’assessore Sadegholvaad risponde sulla Grotta Rossa: “Polemiche pretestuose”

In risposta al comunicato dell’Associazione La Grottarossachevorrei, l’assessore Jamil Sadegholvaad risponde:

Chi mi conosce sa che non mi piacciono le polemiche, sia attivarle che subirle. Mi piacciono ancora di meno quando esse sono, con ogni evidenza, pretestuose. Per questo ritengo corretto e opportuno rispondere ai ‘rilievi’ sul Piano triennale dei Lavori Pubblici, avanzate quest’oggi dal Comitato ‘La grotta rossa che vorrei’.

Per ciò che riguarda la manutenzione delle strade è palese che essa rientra in quel capitolo amministrativo complessivo, indicato con dizione generale e non specifica, che vale 850 mila euro all’anno per la straordinaria e oltre 2,1 milioni di euro di canone ordinario ad Anthea, in cui rientrano gli interventi di sistemazione (che sono molti e diversi) che via via verranno compiuti secondo criteri di priorità.

Gli interventi alla Grotta Rossa e negli altri quartieri di Rimini sono dunque compresi in questo ampio capitolo dalla dizione complessiva. Per ciò che riguarda tutto il tema dell’attraversamento della Statale, di competenza per legge di ANAS aggiungo che:

a) la conferenza dei servizi, aperta a Roma, per la realizzazione del sottopasso è giunta ormai alla conclusione e si attende solo la vidimazione formale;

b) gli uffici stanno procedendo in queste settimane ad accordi con i privati, proprietari di un’area nei pressi della Statale, per permettere ai residenti di accedere ora al semaforo e, allorché verrà realizzato, al sottopasso per l’attraversamento della SS16. Cosa quest’ultima di cui i referenti del comitato sono stati messi a conoscenza solo poche settimane fa dal dirigente ai Lavori pubblici del Comune di Rimini.

Ripeto, non mi piacciono le polemiche però mi piace ancora di meno che vengono date informazioni parziali o del tutto inesatte. Su questo ribadisco la mia totale disponibilità a chiarire ogni dubbio o richiesta di informazioni da parte di ogni persona o gruppo. Per quanto riguarda il ‘sospetto’ di vendetta da parte del Comune, non voglio neanche scendere su questa terreno offensivo e diffamatorio che lascio volentieri tutto a chi lo solleva”.

Ultimi Articoli

Scroll Up