Home > Politica > Juri Magrini:”perchè mi potrei candidare”

Juri Magrini:”perchè mi potrei candidare”

Il segretario Juri Magrini, chiarisce i motivi della sua candidatura.

“Ci sono alcuni aspetti con cui ho caratterizzato l’agire nella mia vita e che ho ricercato nei miei interlocutori e nei miei compagni di strada. La lealtà, la responsabilità, la trasparenza. Se si agisce in questo modo si deve inevitabilmente selezionare lungo il proprio cammino chi non fa la stessa cosa rispetto ai tuoi valori.

Ho sempre difeso l’unità in questi anni, anche porgendo l’altra guancia, per cercare di tenere un quadro d’insieme unito rispetto a chi invece metteva al primo posto strategie e obiettivi personali, l’autoreferenzialita’ e il tatticismo. Anche oggi avevo di fronte a me due strade: L’ ‘I care’ di Don Milani o l’indifferenza.

Ho scelto, per guardare avanti, di non chiudere gli occhi. Ora il discrimine è salvaguardare il presupposto dell’unità possibile dell’equilibrio raggiunto del e nel Partito Democratico di Rimini (la seconda conferenza programmatica in corso ha proprio questo spirito) , oppure lasciare spazio alle ambiguità di chi cerca di sparigliare le carte di questo clima di ricercata unità e di difesa dell’autonomia del partito pur di stare sopra gli altri e avere in mano il mazzo di carte ,magari sfruttando le solite e retoriche narrazioni emozionali .

La mia candidatura entra in campo solo per contrastare chiunque voglia far saltare l’unità e la ricerca di sintesi difficili ma possibili. Insomma la mia candidatura c’è solo se i ‘professionisti del trasversalismo’ si mettono all’opera per far saltare l’unità.”

Ultimi Articoli

Scroll Up