Home > Ultima ora Attualità > La cannabis light sarà legale: passa l’emendamento alla legge di bilancio

La cannabis light sarà legale: passa l’emendamento alla legge di bilancio

In un emendamento alla manovra approvato stanotte arriva il via libera alla vendita della cannabis light in Italia. Fino ad oggi chi la commercializzava era esposto a rischi legati a controlli sulla quantità di principio attivo thc presente nella sostanza e capitava che qualcuno subisse sequestri da parte delle forze dell’ordine e pure procedimenti penali.

Si tratta del subemendamento che porta la firma di Loredana De Petris e Paola Nugnes (LeU), Monica Cirinnà e Daniela Sbrollini (PD), Francesco Mollame e Matteo Mantero (M5S).

L’emendamento modifica il testo unico per gli stupefacenti e stabilendo che sotto lo 0,5% di Thc la canapa non si può considerare sostanza stupefacente. Nelle norme applicate fino ad ora questa percentuale variava a seconda della fonte tra lo 0,2 e lo 0,5% e questo causavano non pochi problemi e fraintendimenti. Infine, l’emendamento, aggiunge che della canapa light non solo è possibile la coltivazione (già prevista dalla legge 242 del 2016) ma anche la vendita.

Se tutto viene approvato dal primo gennaio la norma sarà legge. Solo allora i gestori potranno tirare un sospiro di sollievo.

È un settore che vale 2 miliardi, che porta un gettito di quasi 500 milioni allo Stato e che può creare tra i 40 e i 60mila posti di lavoro.

 

Scroll Up