Home > Economia > La Cgil verso l’assemblea nazionale di Rimini

La Cgil verso l’assemblea nazionale di Rimini

‘Il lavoro crea il futuro’: la Cgil terrà dal 10 al 12 febbraio, al Palacongressi di Rimini, l’assemblea organizzativa nazionale, appuntamento che conclude un lungo percorso di partecipazione e condivisione che da settembre dello scorso anno ha visto lo svolgimento di 1.517 assemblee organizzative territoriali e di categoria.

I lavori avranno inizio giovedì, alle 14, con i saluti del sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad e della segretaria generale della Cgil di Rimini Isabella Pavolucci. A seguire la relazione introduttiva del segretario generale della Cgil Maurizio Landini, l’intervento del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, del segretario generale della Uil Pierpaolo Bombardieri, del segretario nazionale della Cisl Giorgio Graziani e la relazione della segretaria di organizzazione della Cgil Ivana Galli, che precederà l’avvio del dibattito.

Venerdì, 11 febbraio, ci saranno due lectio magistralis di Lucio Caracciolo e Laura Sabbadini. Le conclusioni del segretario generale della Cgil Maurizio Landini, sono previste sabato 12 febbraio alle ore 11.30. L’obiettivo dell’assemblea organizzativa, spiega una nota, è quello di realizzare un nuovo modello sindacale fondato sulla confederalità e sulla rappresentanza.

Per questo la Cgil si propone di promuovere il cambiamento necessario ad ampliare le sedi e i luoghi della partecipazione attiva delle iscritte e degli iscritti, di rafforzare la rappresentanza e di sperimentare nuove forme di contrattazione inclusiva, sociale e territoriale. La Cgil, inoltre, intende allargare la rappresentanza ai giovani e a tutte le “nuove” forme di lavoro, praticare a tutti i livelli la centralità della cultura di genere e favorire la presenza delle lavoratrici e dei lavoratori migranti nell’organizzazione.

Per orientare tale cambiamento, il sindacato guidato da Maurizio Landini ha individuato undici direttrici che sono state al centro del dibattito nelle assemblee che si sono svolte in questi mesi: tesseramento; strutture organizzative; rafforzamento tutela e diritti; formazione; digitalizzazione e alfabetizzazione digitale; democrazia e partecipazione; rappresentanza, contratti nazionali, contrattazione inclusiva; comunicazione; centralità delle camere del lavoro e sindacato di strada; risorse, trasparenza, confederalità; contrattazione sociale e territoriale e per lo sviluppo sostenibile.

Sarà ora compito dell’assemblea di Rimini operare una sintesi di tutto il lavoro svolto. Sui siti Cgil e Collettiva e sui rispettivi account social sarà possibile seguire in diretta la relazione e le conclusioni del segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, la relazione della segretaria di organizzazione della Cgil, Ivana Galli, e altri passaggi dell’Assemblea.

(Agenzia DIRE)

Ultimi Articoli

Scroll Up