Home > Primo piano > La minoranza del Consiglio comunale di Rimini vota con i no-vax

La minoranza del Consiglio comunale di Rimini vota con i no-vax

Ieri a Rimini si è svolta la Conferenza dei Capigruppo per organizzare il Consiglio Comunale tematico sulla sanità, che si svolgerà martedì 27 settembre. Il Movimento 3V ha chiesto che tra gli invitati a prendere parola ci sia un rappresentante dei sanitari sospesi dal lavoro. A sostenere con decisione la richiesta anche i gruppi di Lega, Fratelli d’Italia e Gloria Lisi per Rimini. Cioè la totalità dei gruppi di minoranza del Consiglio Comunale. Parere nettamente contrario del PD per vice del consigliere Matteo Petrucci, assieme a “Lista Jamil” e “Rimini Coraggiosa”.

E Petrucci commenta: “Resto basito di fronte alla richiesta della Consigliera Lisi. Perché non me l’aspettavo? Vedere foto di repertorio, essa parla da sola. Da Lega e Fratelli d’Italia invece mi aspetto sempre di tutto, in quanto anche nel mandato 2016-2021 hanno cavalcato certe tematiche. Ovviamente si sono comportati così per creare becera confusione e raccogliere consensi elettorali. Vedi il video trionfale che il capogruppo 3V ha diffuso su Facebook proprio al termine della Conferenza di ieri. Le posizioni avvilenti della minoranza danneggiano la qualità della discussione politica. E se le principali realtà politiche di destra, Lega e FDI, devono appoggiarsi alle tematiche dei 3V per ottenere visibilità significa che non sono semplicemente alla frutta: quella se la sono già mangiata, ora stanno leccando le briciole dal pavimento. Non esiste traino nazionale che vi possa rendere dei credibili amministratori a Rimini”.

Esulta infatti su Facebook il consigliere 3V Matteo Angelini (nell’immagine in apertura): “RIMINI CAPITALE DELLA RESISTENZA!
3V-VITA BALUARDI IMPRESCINDIBILI PER CONTINUARE A PORTARE AVANTI LA LOTTA CON GRANDE COERENZA, FORZA E VERITÀ! Oggi ho ottenuto un risultato politico importantissimo, ascoltate bene cos’ho da dirvi nel video e mi raccomando, MARTEDÌ 27 SETTEMBRE 2022 ORE 18:30, partecipate in tanti tra il pubblico al CONSIGLIO COMUNALE TEMATICO SULLA SANITÀ, perché grazie al grande lavoro di 3V-VITA, un rappresentante dei SANITARI SOSPESI potrà parlare in sede istituzionale davanti ai Presidenti dei vari ordini di Rimini e della Romagna e le sigle Sindacali che avrebbero dovuto tutelarli. Avanti tutta”.

Alla fine si deve però constatare che a norma di Regolamento è la Presidente del Consiglio Comunale che organizza gli inviti degli ospiti. E quindi in Consiglio non siederà e non parlerà alcun sanitario sospeso perchè non vaccinato.

“Saremo felici di ascoltare professionisti che quotidianamente, con i contagi contati ancora a migliaia, contribuiscono a rendere l’AUSL Romagna un’eccellenza”, conclude Petrucci.

Ultimi Articoli

Scroll Up