Home > Ultima ora politica > La Rimini di Marta Cartabia prima donna presidente della Corte Costituzionale

La Rimini di Marta Cartabia prima donna presidente della Corte Costituzionale

La prima donna alla guida della Corte Costituzionale conosce bene Rimini, anche se l’ha frequentata per un un evento in particolare: il Meeting di Cl. Marta Cartabia fin dall’adolescenza si è formata in Comunione e Liberazione, nella sua Varese dove il movimento aveva un guida in don Fabio Baroncini.

Al Meeting di Rimini nel 2011 la Cartabia, già giudice costituzionale, venne a presentare il documentario sul viaggio della Consulta nelle carceri italiane ed ad ascoltare l’atteso intervento del rabbino americano Joseph Weiler. Quel viaggio è poi diventato un documentario di Fabio Cavalli “Viaggio in Italia” presentato al Festival del cinema di Venezia.

Nel 2018 il nome della magistrata appariva nel toto-ministri sul governo Cottarelli che poi non nacque mai. Dopo la crisi del governo giallo-verde nell’agosto scorso si parlò di lei come possibile presidente del consiglio; sarebbe stata la prima nella storia d’Italia.

Professoressa di diritto costituzionale all’Università Milano-Bicocca, varesina, madre di tre figli, Marta Cartabia fu voluta da Giorgio Napolitano alla Corte Costituzionale quando aveva 48 anni, uno dei giudici più giovani nella storia della Consulta.

«Come donna ho rotto il soffitto di cristallo – ha detto commentando la sua nomina – ma spero di fare da apripista». Ed ha aggiunto: «In Italia età e sesso contano ancora».

Scroll Up