Home > Cultura e Spettacoli > La Rimini che non ti aspetti: culla della musica classica

La Rimini che non ti aspetti: culla della musica classica

La Rimini che non ti aspetti: culla della musica classica e scelta dai giovani talenti per fare formazione di alto livello. È successo – e succederà ancora – con Enharmonia, un evento di otto giorni di full immersion nella didattica del pianoforte, organizzato e diretto dalla giovane pianista milanese Chiara Esposito.

Dopo essersi laureata al Conservatorio di Milano mettendo in luce fin da subito il proprio talento, Chiara ha conseguito un master presso il prestigioso Mozarteum di Salisburgo con il massimo dei voti e tra pochi giorni riceverà l’“Award of Excellence” – un premio insignito a 42 studenti su 16 mila aspiranti – dalle mani del vice cancelliere e ministro austriaco della scienza, della ricerca e dell’economia Reinhold Mitterlehner. 

Ma cos’è Enharmonia? Con 40 docenti di pianoforte di livello mondiale, provenienti da 16 paesi differenti e la collaborazione dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Lettimi”, nel 2014 è nata l’International Music Academy Enharmonia, (www.imaenharmia.com) dove Chiara ricopre il ruolo di direttrice artistica. L’accademia offre lezioni frontali a pianisti semiprofessionisti, che aspirano a intraprendere una carriera nel mondo della musica classica e che vogliono perfezionare la loro tecnica. Sede a Milano, ma masterclass di pianoforte e musica da camera a Rimini.

“Ho scelto di promuovere questi otto giorni di insegnamento proprio nella vostra città, perché offre tante suggestioni grazie al suo paesaggio, al suo clima e in particolare alla magia del suo mare e delle sue spiagge – racconta Chiara – Inoltre è una città viva, ricca di eventi e sempre gremita di turisti. Per queste ragioni credo possa esserci un pubblico potenzialmente interessato a questo genere di eventi artistici. È stato poi decisivo l’incontro con il direttore del conservatorio di Rimini, Alessandro Mattei, che fin da subito si è dimostrato entusiasta nei confronti questa iniziativa. Così abbiamo iniziato a collaborare per la realizzazione del progetto”.

L’evento si è tenuto quest’estate dal 28 agosto al 5 settembre e ha ottenuto un notevole successo. Per questo il prossimo anno verrà riproposto. Oltre ai sei giorni di masterclass in cui i partecipanti, italiani e stranieri, hanno vissuto a Rimini e frequentato lezioni, l’ultimo giorno si è tenuto un concorso pianistico internazionale, articolato in due sezioni. Ogni membro della giuria, composta dal corpo insegnanti, ha formalizzato un giudizio di sintesi sulle caratteristiche di ciascuna esecuzione, evidenziando i punti di forza e i punti di debolezza di ogni allievo. Al vincitore è poi stato conferito un premio in denaro e la possibilità di esibirsi in un tour prestabilito.

index

“Il prossimo anno mi piacerebbe – annuncia la Esposito – organizzare un numero maggiore di eventi, incrementare le iscrizioni, ed eventualmente allargare corsi anche per altri strumenti oltre al pianoforte. Inoltre inizierò presto una collaborazione anche con il conservatorio di Cesena e di Ravenna”. E aggiunge: “Per quanto riguarda la mia carriera personale al di fuori dall’Accademia, sto continuando a esibirmi in diversi teatri. Ma il mio orizzonte futuro a medio-breve rimane legato a Enharmonia”.

Benedetta Cicognani

Ultimi Articoli

Scroll Up