Home > Primo piano > La riviera si blinda per la Notte Rosa

La riviera si blinda per la Notte Rosa

Presieduta dal Prefetto, si è tenuta oggi una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per una pianificazione dei servizi in vista della Notte Rosa che si svolgerà dall’1 al 3 luglio e per le altre manifestazioni già programmate d’estate, ma anche per fare il punto dei flussi di giovani nei fine settimana.
Presenti all’incontro i sindaci dei Comuni rivieraschi, i vertici provinciali delle Forze dell’ordine con le specialità e la polizia municipale. “Il dispositivo di prevenzione e controllo – fa sapere la Prefettura – riguarderà – in particolare – tutte le località di maggiore afflusso turistico della riviera romagnola con una intensificazione dei servizi anche sulla rete stradale e autostradale, presso le stazioni ferroviarie e lungo la fascia costiera”.
L’attività di vigilanza rafforzata proseguirà “anche con il coinvolgimento delle altre specialità delle forze dell’ordine in particolare della Polstrada che intensificherà l’azione di contrasto all’abuso di alcool e al consumo di sostanze stupefacenti su tutta la rete stradale di competenza soprattutto nei fine settimana”.
Intanto grazie ai rinforzi della Polizia di Stato, dell’Arma Carabinieri e della Guardia di Finanza “è stato messa a punto – in base ad un modello già positivamente sperimentato in queste settimane e che ha dato concreti riscontri- una articolata e mirata attività che vedrà impegnati – anche con il supporto della polizia locale- specie nei week end centinaia di appartenenti alle Forze dell’ordine nei punti più nevralgici per la prevenzione ed il contrasto di condotte illecite. E’ stata raddoppiata la presenza dei militari presso la stazione di Rimini con una diversa articolazione di un equipaggio che si sposterà in “proiezione orizzontale” ed un altro che presidierà l’ingresso con possibilità di affiancare la Polfer anche all’interno della stazione in caso di necessità. Potenziato anche il controllo presso la stazione di Riccione dove sarà impiegata l’unità cinofila della polizia municipale”.
Il Reparto prevenzione crimine e la SIO – Compagnie di intervento operativo dei Carabinieri rafforzeranno poi l’impianto di sicurezza nei punti più nevralgici monitorando soprattutto i flussi di giovani che raggiungono le principali località (Rimini e Riccione in primis) già a partire dal venerdì. Polizia e Carabinieri con l’ausilio di pattuglie della Finanza “intensificheranno i servizi coordinati con modalità operative che consentiranno una capillare/omogenea presenza sul territorio al fine di consentire una più efficace vigilanza ed un controllo più specifico e mirato”. Capitaneria di porto e Reparto aeronavale della Finanza rafforzeranno i controlli a mare. Le polizie locali gli street tutor già operativi a Rimini completano l’apparato di prevenzione.

“Un importante modello di sinergia, collaborazione e coesione istituzionale”, per il quale lo stesso Prefetto ritiene che siano “di concreto ausilio le misure in materia di sicurezza urbana che adotteranno le Amministrazioni comunali coinvolte”.

Ultimi Articoli

Scroll Up