Home > Cultura e Spettacoli > E Lady Camelot vestì anche Valentino Rossi

E Lady Camelot vestì anche Valentino Rossi

Lady Camelot. Si chiama così il negozio, che da 25 anni a Rimini, vende e noleggia costumi d’epoca medievale, pezzi unici realizzati a mano. La titolare di questa particolare attività si chiama Daniela Carratù, sarta e costumista, ed è originaria di Roma. A lei, che si definisce un’artista che crea opere per artisti, abbiamo chiesto di spiegarci come le è venuta l’idea di aprire questo negozio.

Daniela Carratù

Signora Carratù, come mai ha deciso di lanciarsi in questa attività?

«Venendo da una famiglia di artisti, ho deciso di trasformare la mia passione in lavoro, che porto avanti con la stessa dedizione del primo giorno».

Perché ha deciso di chiamare così il suo negozio?

«La storia del nome è quasi un incontro deciso dal destino. Prima dell’apertura di Lady Camelot Rimini, realizzavo già delle mie creazioni per artisti di vario genere. Un giorno venne da me una ragazza per riparare un mantello di un abito di scena. Nel consegnarmi il capo, ho notato che sulla busta era presente il nome di una vecchia costumeria non più in attività. il nome era proprio Lady Camelot. In quel momento, dentro di me, pensai che se avessi mai aperto un negozio l’avrei voluto chiamare così. Qualche anno dopo, entrando in un mercatino dell’usato per caso, feci conoscenza della proprietaria di questa vecchia costumeria, e decisi di rilevarne il materiale. In quel preciso istante, nacque questa nuova avventura chiamata Lady Camelot Rimini».

Realizza lei gli abiti, non è vero?

«Sì, esatto. Gli abiti di Lady Camelot sono tutti disegnati, realizzati e prodotti da me. Ogni capo è un pezzo unico che nasce dall’emozione del momento. Dall’apertura dell’attività ad oggi ho confezionato oltre 2000 abiti per il noleggio. I miei capi spaziano in qualsiasi genere, partendo dalla preistoria fino al giorno d’oggi. Per la vendita ne realizzo esclusivi in base alle richieste del cliente. e mi viene spesso chiesto qual è l’abito più bello mai creato e la mia risposta è sempre: il prossimo. In negozio non sono mai sola, perché durante l’anno ospito stagisti sia italiani che della Comunità Europea, ai quali trasmetto le mie capacità e la mia creatività».

Quanto tempo ci mette per realizzarne uno?

«Il tempo può variare da qualche ora a qualche settimana in base alla sua complessità e tipologia. non è possibile, quindi, standardizzare un lavoro, perché essendo artigianale ogni produzione è a sé».

Oltre a costumi storici, ne produce altri?

«Faccio anche abiti fiabeschi, mascotte, folkloristici e tradizionali. È vero però che siamo specializzati nel settore medievale e barocco, perché sono epoche molto richieste».

Vende sia in Italia che all’estero?

«I clienti di Lady Camelot sono in tutto il mondo, siamo arrivati fino ad Hong Kong. I nostri affezionati sono sia privati che aziende, abbiamo toccato tutto quello che è spettacolo sia facente parte del cinema, teatro, circo e  parchi divertimenti, ma anche per sportivi come Valentino Rossi: lo abbiamo assistito nella creazione degli sketch di tutte le sue post-gara, come quello dei sette nani».

Lei è l’unica a Rimini che vendono questo prodotto?

«Siamo gli unici nel settore. Non solo realizziamo gli abiti ma abbiamo anche la possibilità di organizzare eventi. partendo dalle scenografie fino al trucco e parrucco».

È soddisfatta di tutto quello che è riuscita a costruire in questi anni?

«La mia soddisfazione più grande è vedere il cliente alla consegna quando osserva l’abito per la prima volta e si emoziona, portandosi dietro una piccola parte di me».

Qual è il segreto del suo successo?

«Il segreto del mio successo è lavorare con il sorriso».

Nicola Luccarelli

Ultimi Articoli

Scroll Up