Home > Ultima ora cronaca > L’allenatrice di volley respinge le accuse di molestie

L’allenatrice di volley respinge le accuse di molestie

Una allenatrice di volley femminile era stata inibita dal giudice di avvicinare o scambiare telefonate o messaggi con una ragazzina adolescente.

L’allenatrice avrebbe rivolto attenzione morbose nei confronti della minorenne. Tutto nasce qualche settimana fa quando la madre della ragazza sospetta qualcosa osservando il cambiamento di comportamento della figlia quando era in casa.
Ha cercato di capire cosa stesse succedendo e tra mezze conferme della ragazzina ed altri indizi ha presentato una denuncia ai Carabinieri.

Oggi (venerdì) l’allenatrice si è presentata davanti al giudice ed ha dato la sua versione dei fatti, completamente diversa da come denunciata dalla madre della ragazzina.

Secondo l’insegnate sarebbe stata proprio la madre a chiederle di occuparsi della propria figlia adolescente che stava attraversando un periodo delicato. Ed è stato proprio grazie all’allenatrice che la ragazza si sarebbe riavvicinata al padre con il quale aveva un conflitto soprattutto dopo la separazione dei genitori.

L’allenatrice ha respinto ogni accusa di attenzioni “morbose” o anche solo averlo pensato. Ora sarà l’interrogatorio, in audizione protetta, della minorenne a chiarire, forse in modo definitivo come sono andate effettivamente le cose.

Ultimi Articoli

Scroll Up