Home > Economia > L’assessore Raffaele Donini in visita dagli inventori riminesi dell’Istituto Leon Battista Alberti

L’assessore Raffaele Donini in visita dagli inventori riminesi dell’Istituto Leon Battista Alberti

Sono da pochi giorni di ritorno dalla spedizione a Metanauto (13/14 novembre Fico/Bologna), guidata dalla prof.ssa Alberta Fabbri, dirigente scolastica, il vicepreside prof. Franco Cricenti e gli autori del progetto ing. Roberto Rossi e prof. Paolo Massari. E già domattina, venerdì 23 novembre, è l’assessore Regionale ai Trasporti e Infrastrutture, Raffaele Donini, accompagnato dal consigliere regionale Giorgio Pruccoli che li ha presi a cuore, a far loro visita a Rimini all’IPSIA, l’istituto tecnico riminese Leon Battista Alberti.

Solamente pochi giorni fa era a Rimini l’assessore alla sostenibilità Paola Gozzolo, a esporre le misure che la Regione E-R ha intrapreso per l’aria pulita e il piano di bacino in Pianura Padana, e ora è giustappunto coinvolta la mobilità, con la riduzione delle emissioni, tra i primi posti per inquinamento atmosferico. L’assessore Donini e il consigliere Pruccoli dedicheranno tutta l’attenzione che meritano ai motori per scooter e nautici, puliti appunto. Questi ultimi ancora sperimentali ma assolutamente efficaci e funzionanti, alimentati a metano liquido e biogas con un progetto che presto partirà anche sul mare, insieme alle associazioni e la Lega Navale.

Tutto è nato da una scintilla d’interesse scoccata tra gli ambientalisti riminesi del Gruppo aperto “Per la Sostenibilità” coi genietti-inventori che sotto la guida dei proff. ingegneri della Leon Battista Alberti già avevano espresso più volte in passato la loro creatività per le nuove e pulite tecnologie. E cercato di richiamare l’attenzione degli amministratori pubblici, senza risultati, su questo particolare progetto.

L’incontro è nato grazie alla partecipazione degli alunni dell’Ipsia al FUORISALONE di Ecomondo 2018, organizzato dal Comitato Basta Plastica in MARE aps. Una mattinata all’aria aperta con un mare splendido in spiaggia a raccogliere plastica insieme ai loro insegnati, i volontari dell’associazione, gli alunni del Ceis Asilo Svizzero, all’eurodeputato Marco Affronte e Anna Montini, assessore all’ambiente del Comune di Rimini.

Energia pulita e uscita dai combustibili fossili: contrastare l’inquinamento da polveri sottili e ultrasottili, anidride carbonica e Pm10 nella circolazione anche degli scooter negli spazi urbani: questo l’obiettivo comune che li ha uniti. Le moto piacevoli e maneggevoli che il progetto dell’istituto professionale ha sviluppato, dimostrano nei fatti l’importanza crescente e il ruolo fondamentale che biometano avrà prossimamente.

E’ la fermentazione anaerobica degli scarti organici, di cui l’Italia è il terzo produttore dopo Cina e Germania, di biometano: si differenzia dal metano da giacimento solo per l’origine che ne accentua la sostenibilità, rendendolo una fonte d’energia rigenerato dalla natura.

Ed è per questo che l’evento che si è da poco concluso a Bologna si è svolto nella cornice di Fico Eatitaly, il parco tematico dedicato alle filiere alimentari e le più importanti eccellenze italiane. Energia pulita e rinnovabile, così come le risorse della natura, poiché ogni volta che sorge il sole, animali e piante crescono.

In culo alla balena ragazzi e proff. della Leona Battista Alberti, e ci raccomandiamo sul biogas cari amministratori, inventori, industriali. Basta trivellare i nostri mari, già troppo sfruttati in tanti modi (e non sempre bene).

Manuela Fabbri

Scroll Up