Home > Ultima ora > Le piattaforme balneari in mostra al Grand Hotel di Rimini

Le piattaforme balneari in mostra al Grand Hotel di Rimini

Si inaugura domani venerdì 16 dicembre alle ore 18.00, nella sala Tonino Guerra del Grand Hotel di Rimini, la mostra “Le Piattaforme Balneari” realizzata con il Patrocino del Comune di Rimini.

Si tratta di una piccola ma significativa ricerca condotta dall’architetto Roberto Semprini sulla storia di alcune piattaforme balneari nel nostro paese e nel nord Europa: progetti di carattere storico nati tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, fino alle piattaforme di design dei nostri giorni.

Un focus particolare è dedicato alla “Pagoda chinese”, la piattaforma di legno realizzata a Rimini nel 1870, unitamente a una proposta progettuale volta a un suo recupero.

Dopo il periodo in esposizione al Grand Hotel, la mostra verrà trasferita dal 27 dicembre 2016 in poi presso il Museo delle Città di Rimini. L’esposizione è realizzata con il contributo del Grand Hotel di Rimini, dell’azienda Itab e della Concessionaria Ruggeri. Si ringraziano: Hotel Duomo e Brandina.

Roberto Semprini,  nato a Rimini nel 1959, studia architettura a Firenze. Nel 1987 aderisce al movimento Bolidista, che esprime il design in chiave simbolica. Trasferitosi a Milano inizia a collaborare come giornalista free-lance per alcune riviste di design come Modo, L’Atelier (Parigi) ARDI (Barcellona) e Vogue Italia. Nel 1989 progetta il divano “Tatlin” di Edra, che risulta tra i vincitori del prestigioso premio TOP TEN a Dusseldorf. Nel 1994 con il tavolino “Manta” per Fiam è tra i vincitori del premio Young & Design. I suoi prodotti fanno parte della collezione permanente del Montreal Museum of Decorative Arts in Canada e del New Museum of Design di Londra. Nel 2000 si trasferisce a Rimini dove inaugura lo spazio “RM 12 art & design”, Galleria d’arte e Studio di Design e Architettura di Interni. Dal 2006 lo studio realizza scenografie di grande impatto, inerenti la ricerca di nuovi spazi domestici e pubblici, all’interno della parte culturale di eventi fieristici come il Fuori Salone di Milano, Abitare il Tempo a Verona, Sun, SIA di Rimini e Maison &Object a Parigi. Nel 2010 è stato invitato dal Seoul Living design Fair (Korea) ad esporre “La casa Italo/coreana”. Semprini ha collaborato come designer e direttore artistico di numerose aziende di design come Fiam, Moroso, Alivar, Edra, Slide, Sicis, Dilmos, Pedrali, Morelato, Morfeus, Scab, Edilco, Lab 23, L2, Mastella Design, Valdichienti, Adrenalina,ect.. Ha tenuto conferenze e seminari in diverse università come la Facoltà di Architettura di Firenze, il Politecnico di Milano, la Scuola Superiore di Progettazione dell’Università degli Studi di Bologna, lo I.E.D. di Milano, la Scuola Elisava di Barcellona (Spagna), la Tsinghua University di Pechino (Cina). Attualmente è docente di ruolo nel Corso di Design del prodotto all’Accademia di Belle Arti di Bologna e a contratto in un Corso per Chiara Fama al Politecnico di Milano.

Scroll Up