Home > Eventi Cultura e Spettacoli > L’estate del Parco Sasso Simone e Simoncello. Musica, teatro, incontri, prodotti tipici e natura. Il programma

L’estate del Parco Sasso Simone e Simoncello. Musica, teatro, incontri, prodotti tipici e natura. Il programma

Il Parco del Sasso Simone e Simoncello anima l’estate di quel “Mare Verde” che collega Romagna, Marche e Toscana con musica, teatro, incontri, prodotti tipici e tanta natura. “Mare Verde” è proprio il titolo del nuovo programma di iniziative estive, un omaggio al maestro Tonino Guerra che ha poeticamente rivolto le sue parole a questi luoghi: alla vastità dei boschi, dei prati e dei panorami che circondano i due Sassi, Simone e Simoncello, e alla costellazione di paesi, borgate, castelli, torri e monasteri. 

Montagne sacre per i popoli antichi, punto di riferimento per i viandanti e per le greggi transumanti, avamposti sull’Adriatico che hanno ispirato le migliori menti del Rinascimento, custodi di leggende e tradizioni. I Sassi Simone e Simoncello e il maestoso Monte Carpegna sanno ancora sorprendere con luoghi inaspettati e proteggere un grande patrimonio di biodiversità, ecosistemi preziosi per la qualità della vita di tutti. 

Il programma dell’estate 2019 offre ad abitanti e visitatori un’occasione di scoperta, emozione e  comprensione di questo mondo a due passi dalla costa dove trovare tranquillità e refrigerio entrando in punta di piedi nei suoi angoli e nelle sue storie. Ma anche attraversandoli in sella a mountain bike o a cavallo.
Chi percorrerà lentamente le strade del Parco si immergerà nella musica al lago di Andreuccio e alla Torre di Bascio, conoscerà i segreti del tartufo e del pane a Frontino, del prosciutto a Carpegna, delle erbe che curano a Monteboaggine, dei frutti antichi a Pennabilli. 
Non si perderà le vedute rinascimentali e il castello di Montecopiolo, né le Madonne abbandonate che proteggono gli incroci delle antiche carraie, l’immensità delle stelle sui prati sommitali, le parole degli alberi in una delle cerrete più grandi d’Europa. Nel programma non mancano escursioni tra antichi sentieri di contrabbandieri e sulle salite dei versanti più ripidi del Monte Carpegna. Bambini, famiglie e persone con disabilità potranno conoscere da vicino i rettili, assistere a un meraviglioso spettacolo sul lupo e a letture animate tra rane, gnomi e montagne. Qualcuno andrà a conoscere l’”Infanzia del Mondo” e, per gli appassionati di storia, due passi sui sentieri contadini di Piandimeleto, tra antichi poderi abbandonati e aie a Pennabilli, una salita all’alba tra le pietre della Città del Sole e ciò che resta dell’antica Abbazia benedettina del Sasso. 

Previste anche occasioni di riflessione sui temi cari al Parco, come l’abitare la montagna, la natura risorsa per l’apprendimento e per la conoscenza di se stessi, l’agricoltura opportunità per tramandare le tradizioni.  

Un calendario che non è un semplice elenco di appuntamenti, ma il simbolo della collaborazione, dell’incontro e della condivisione di tutte le Associazioni, le Pro Loco, i Comuni e le guide ambientali escursionistiche che operano e fanno parte del territorio del Parco” sostiene Lino Gobbi, neo presidente dell’Ente. “Ogni realtà, con la propria competenza e disponibilità si è messa in gioco con l’obiettivo di valorizzare il prezioso territorio che ci ospita. Con impegno, passione ed entusiasmo ha lavorato insieme alle altre per dare a tutti la possibilità di immergersi in questa meraviglia e assaporarne anche gli angoli più remoti”.

La pianificazione del programma è stata coordinata da Chiocciola la casa del nomade, associazione che da alcuni anni cura le attività del Musss-Museo Naturalistico e Centro di Educazione ambientale del Parco Sasso Simone Simone e Simoncello, impegnata in numerose attività didattiche ed educative anche nei mesi primaverili e invernali.  

Info:
www.parcosimone.it

info@musss.it

328 7268745

Scroll Up