Home > Ultima ora politica > L’ex sindaco di Morciano Battazza rinuncia alla prescrizione

L’ex sindaco di Morciano Battazza rinuncia alla prescrizione

Scrive l’ex sindaco Claudio Battazza:

“Nella consapevolezza di avere sempre agito con correttezza, nell’interesse esclusivo della comunità che ho amministrato, in assoluta buona fede, e contando sull’efficacia di una ricostruzione difensiva in grado di smontare nel merito le accuse indebitamente attribuitemi a seguito di un esposto, non intendo avvalermi dell’istituto della prescrizione, in quanto non sarei giudicato colpevole, ma neanche innocente.
Prescrizione che avrebbe chiuso giuridicamente una vicenda dolorosa, che va avanti da anni e che è stata oggetto di campagna diffamatoria tesa a inculcare il dubbio della colpevolezza.
Prescrizione che non mi avrebbe però reso onore e non avrebbe dato risposta alla giusta e doverosa mia pretesa di vedere pienamente riconosciuta la mia innocenza (non posso e non voglio credere che vi sia anche lontanamente la possibilità di essere condannato per qualcosa che non si è commesso) e all’altrettanta giusta pretesa di ciascuno di Voi di avere la concreta e diretta opportunità di sapere se nel comportamento che ho tenuto come Sindaco ci siano state anche solo lontanamente ombre di responsabilità.
Con questa mia convinzione domani andrò per l’ennesima volta in tribunale dove comunichero’ al Giudice di rinunciare alla prescrizione per essere giudicato.”

La vicenda riguarda l’ampliamento del padiglione fieristico di Morciano. Secondo l’accusa sarebbe stato volutamente gonfiato l’appalto dei lavori di costruzione dell’ampliamento del padiglione fieristico, creando così un danno al Comune e un indebito vantaggio alla ditta aggiudicataria. Il reato ipotizzato dal pubblico ministero Davide Ercolani, che ha chiesto il rinvio a giudizio per gli indagati, è abuso di ufficio. Altri capi di imputazione erano caduti in fase istruttoria. L’indagine scaturì da un esposto.

Ultimi Articoli

Scroll Up