Home > Ultima ora politica > Liberi e Uguali. Giovedì presidio in piazza Tre Martiri contro Forza Nuova

Liberi e Uguali. Giovedì presidio in piazza Tre Martiri contro Forza Nuova

Riceviamo e pubblichiamo da Liberi e Uguali

“Per domani pomeriggio i fascisti di Forza Nuova avranno a disposizione il centro cittadino di Rimini per propagandare il loro odio razziale, il loro dichiarato fascismo.

Siamo davanti all’ennesima concessione da parte delle istituzioni ad un gruppo fascista che continua così ad avere piena agibilità politica, inseriti in un perimetro democratico nel quale non hanno il diritto di stare. Le istituzioni tutte, dal Comune alla Questura alla Prefettura, stanno così dando spazio a chi fomenta un clima sempre più teso e inaccettabile, concedono spazio a chi propaga una visione della società razzista e anti democratica. I gruppi fascisti, con la complicità di istituzioni incapaci di far valere semplicemente la nostra Costituzione, stanno compiendo un “salto di qualità” terroristico che va avanti da anni, fatto di irruzioni e azioni fasciste; un gruppo criminale che continua ad agire indisturbato e al quale viene permesso anche di essere presente nella competizione elettorale, uno schiaffo alla Costituzione, alla democrazia, ad un paese intero. Crediamo che sia intollerabile lasciare che i fascisti abbiano agibilità nel pieno centro di Rimini e chiediamo quindi che la loro propaganda fascista non abbia luogo.
Fuori i fascisti dal centro cittadino! Rimini non merita questo scempio!

Chiediamo agli organi preposti di fare in modo che il centro di Rimini domani sia libero da chi tutti i giorni inculca il terrore, l’odio, il razzismo, la propaganda fascista; lasciando così liberi tutte e tutti i cittadini di attraversare la città senza doversi trovare davanti al pericolo fascista, perché garantire l’ordine pubblico vuol dire per prima cosa proprio questo, togliere fuori dalle città i fascisti.

Cosi come chiediamo a tutte e tutti gli antifascisti di essere presenti al presidio di Piazza Tre Martiri, convocato dall’Anpi per le 17.30, per continuare ad affermare con decisione il valore costituente dell’antifascismo.”

Ultimi Articoli

Scroll Up