Home > LA LETTERA > Con l’inquinamento non si scherza più, basta con la fogheraccia al porto di Rimini

Con l’inquinamento non si scherza più, basta con la fogheraccia al porto di Rimini

Spett.le direttore

Il suo giornale è molto attento alla storia ed alle tradizioni dei nostri territori. Alcune sue rubriche sono molto interessanti e le faccio i miei complimenti. Anche per questa ragione le scrivo. Ieri sera (domenica) vi è stata la rinviata fogheraccia al porto di Rimini. Una tradizione per San Giuseppe che viene tramandata da generazioni.

Ebbene io credo che sia ora di smettere di fare la fogheraccia al porto. L’aria era alquanto inquinata in tutta la città, soprattutto con un apporto importante di pm10. Sarebbe un bel segnale forte. Sull’inquinamento dell’aria non si scherza più fino al punto di mandare in pensione una tradizione centenaria. Potrebbe continuare a vivere in campagna, con piccoli falò, che poi era il senso vero di quella tradizione, l’arrivo della primavera. La ringrazio per l’attenzione. Distinti saluti

Flavio Buda

Scroll Up