Home > Ultima ora politica > M5S Riccione: gli ex attivisti vogliono vederci chiaro sul ritorno del simbolo in consiglio comunale

M5S Riccione: gli ex attivisti vogliono vederci chiaro sul ritorno del simbolo in consiglio comunale

In una nota gli ex attivisti del Movimento 5Stelle di Riccione chiedono chiarimenti al neo consigliere comunale Alan Bianchi che ha dichiarato di voler riportare il simbolo dei 5Stelle in consiglio comunale a Riccione.
“Alla luce degli articoli apparsi sulla stampa locale nei giorni scorsi nei quali Alan Bianchi annunciava la sua decisione di entrare in consiglio comunale subentrando alla dimissionaria Stefania Carbonari e soprattutto nei quali dichiarava di volerlo fare con il simbolo del Movimento 5 Stelle gli ex attivisti iscritti al Meetup di Riccione desiderano vederci chiaro.
La notizia ci lascia infatti quanto meno perplessi dal momento che appena un anno e mezzo fa Alan annunciava, sempre mezzo stampa, la sofferta decisione di abbandonare, dopo anni di attivismo e due candidature alle elezioni amministrative, in maniera definitiva ed irrevocabile il Movimento 5 Stelle e dichiarava di essere già al lavoro per una nuova lista civica.
Altrettanto strana ci appare l’improvvisa simpatia da lui manifestata nei confronti del nuovo corso del M5S targato Giuseppe Conte quando, al contrario, negli ultimi mesi non si era mai risparmiato nel criticare duramente il governo “giallo-rosso” e l’ex Premier.
Nell’intervista di qualche giorno fa Alan dichiarava inoltre di essere gia al lavoro per il ripristino della base del M5S. A tal proposito desideriamo precisare che nessuno dei firmatari di questo comunicato ha ricevuto notizia alcuna di un’eventuale attività politica svolta da Bianchi negli ultimi anni. Quanto affermato recentemente ci suona strano in quanto siamo certi che un’eventuale segnale di “ripartenza” non sarebbe mai sfuggito agli attivisti storici. Al contrario tutti abbiamo notato invece le reazioni di sostegno e vicinanza e la massima diffusione sui social dell’articolo del Carlino con l’intervista a Bianchi, da parte di diversi Consiglieri di Maggioranza.
Nulla di personale quindi e nessuna preclusione da parte nostra nei confronti della persona Alan Bianchi, ma politicamente riteniamo sia, non solo un nostro diritto, ma anzi un dovere da parte nostra pretendere la massima trasparenza e delle risposte chiare ai tanti dubbi che abbiamo sollevato.
Un chiarimento con la “base” che ha lavorato sodo per anni è un dovere per chi oggi si intesta il simbolo del M5S sul territorio. Dietro quel simbolo infatti c’è una storia, un vissuto che ha coinvolto tutti noi, fatto di impegno, passione e sacrifici ma soprattutto, anche se ad un certo punto del percorso le strade di alcuni di noi si sono divise, ci sono dei valori, dei principi morali e degli ideali che ci accumunavano e continuano ad accumunarci tutt’ora.
Per questo non possiamo permettere che il Movimento 5 Stelle venga trasformato il qualcosa d’altro e che il suo simbolo venga utilizzato per scopi politici che poco hanno a che vedere con i principi fondanti ispiratori delle origini.”
Gli ex attivisti:
Amadio Devis
Bianchi Duilio
Bologna Cristina
Bosco Luca
Cicchetti Vincenzo
Diletti Gemma
Diletti Fernanda
Dionigi Aldo
Forbicini Barbara
Gozzi Noemi
Lucci Debora
Mangia Cosimo
Monti Stefano
Olmeda Armando
Selenski Alina
Selva Stefano
Sisti Maurizio
Spadazzi Mirco
Tomassini Daniele

Ultimi Articoli

Scroll Up