Home > Cronaca > Ma dove vai se lo Spid non ce l’hai?

Ma dove vai se lo Spid non ce l’hai?

Mi è scaduta la carta d’identità. Nulla di grave, penso. Vado all’Anagrafe e la rifaccio. Semplice. E invece no. Fila all’anagrafe dove mi dicono che ora la carta d’identità è solo digitale. Quindi devo fare una richiesta via e-mail per fissare un appuntamento per farla. Vabbè. Ignoranza mia. Arrivo a casa e mi attacco al PC per fissare la data per fare la nuova carta d’identità digitando l’indirizzo del sito che l’anagrafe mi ha dato. E’ un sito del Ministero dell’Interno dove ci metto qualche istante a capire come funziona (alla faccia dell’informatica friendly!). Inserisco i dati e mi accingo a spedire il tutto quando compare una ultima videata che dice: Inserire lo SPID. Ma che c… è stò SPID?

Fra un sacramento e un altro mio il Ministero scrive: puoi comprarlo (e c’è l’elenco di chi lo fornisce a pagamento: il 95% delle ditte indicate) oppure andare ad un Ufficio postale e fartelo dare gratuitamente. Naturalmente scelgo l’ultima opzione, non tenendo conto che siamo a fine mese e gli uffici postali sono una bolgia infernale per pensioni, tredicesime, pagamento TARI, luce cimitero, affitti, ecc.

Per due giorni non riesco neanche ad avvicinarmi ad uno sportello dalla calca che c’è. Poi oggi ce la faccio e chiedo: vorrei lo SPID. L’impiegato molto gentilmente mi dice: si, certo. Godo, ce l’ho fatta. Poi l’impiegato prosegue: naturalmente ha già fatto la domanda on-line preliminare sul sito della Posta? Sbianco, e dico: no! Perché bisognava farlo? Nessuno mi ha detto nulla. E lui imperterrito prosegue: senza quello non posso fare nulla.

Me ne torno tristemente a casa: senza SPID, senza possibilità di avere una carta d’identità, con l’obbligo di mettermi al PC per ottenere una pre-autorizzazione che mi consentirà poi di fare la fila alla Posta e poi di fare domanda al Ministero per avere una carta d’identità e di attendere (mi dicono 15 giorni) di essere chiamato per farla materialmente e poi attendere un mesetto per riceverla a casa. Però mi dicono: c… ha una carta d’identità elettronica! Ma vaffa…

Sono andato a cercare su internet cos’è lo SPID, ovvero il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Esso mi consentirà di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica identità digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e martphone.

Per richiedere e ottenere le credenziali SPID serve un documento di identità valido (carta d’identità o passaporto) e la tessera sanitaria. Serve inoltre un indirizzo e-mail e il numero di telefono del cellulare.

Come vedete è molto semplice! Io devo fare la nuova carta d’identità. La mia è scaduta. Non ho il passaporto. Ma che c… di documento valido gli presento? Ho già capito che questo sarà il prossimo intoppo della burocrazia che mi perseguita (solo me o tutti i cittadini?).

Paolo Zaghini

Ultimi Articoli

Scroll Up