Home > amici degli animali > Ma si può portare il cane a spasso in bicicletta?

Ma si può portare il cane a spasso in bicicletta?

Spesso si vedono delle persone in bicicletta con il cane che corre a fianco, tenuto al guinzaglio.
Il proprietario è pure felice nel sapere che così l’amico a quattro zampe potrà scaricare le proprie energie.
Ma si può fare?

Trainare il cane con la bici è vietato dal codice della strada! Art 182, comma 3.
La sanzione è amministrativa, ossia prevede il pagamento di una multa.

Non c’è solo il codice della strada che vieta una simile pratica; esistono anche molti provvedimenti comunali, e questo vuol dire una multa altrettanto salata.

Ma al di là di multe, sanzioni e divieti, come sempre sta tutto nel buon senso del proprietario che deve pensare alla salute del proprio cane. Farlo correre a fianco della bicicletta potrebbe essere troppo per lui, dal punto di vista fisico. Il cane ci segue perché accetta tutto quello che li proponiamo, ma non sempre è in grado di reggere un simile sforzo e nel caso mostrasse malore o affaticamento il proprietario potrebbe rincorrere in una responsabilità penale ossia essere denunciato per maltrattamento.

E poi c’è da pensare ai pericoli della strada: auto, motociclette, altre bici e ovviamente l’inquinamento. Se il cane ha ‘troppe energie’ magari dovute ad una vita perlopiù sedentaria, è meglio un esercizio alla sua portata: una lunga passeggiata, e giochi di attivazione mentale o meglio, andare in un centro cinofilo e fargli fare non a scopo agonistico dell’agility seguiti da un addestratore qualificato che saprà consigliare e guidare, un’altra cosa da fare in concomitanza con l’attività sportiva è parlare con il veterinario perché si dovrà cambiare l’alimentazione del cane.

Per chi ha acquistato l’apposito rimorchio per bici ideale per il trasporto di animali, al momento sembra non rincorrere in particolari problemi.

Per chi vuole coinvolgere il proprio cane nella sua passione per la bici esistono degli sport che si possono praticare come il bike-joring una disciplina vera e propria in cui si è seguiti da addestratori e veterinari, questa disciplina va praticata ovviamente in luoghi idonei come idonea deve essere l’imbragatura: no a collare e guinzaglio ma pettorina e cinghie.

Giovanna Foschi

Ultimi Articoli

Scroll Up