Home > Ultima ora cronaca > Mamma condannata per avere lasciato sul balcone al freddo la figlia di 4 anni

Mamma condannata per avere lasciato sul balcone al freddo la figlia di 4 anni

Abbandono di minore ed abuso dei mezzi di correzione, sono le accuse che il giudice Angelo Capodimonte del Tribunale di Rimini ha rivolto ad una madre residente in Valconca. E’ stata condannata a dieci mesi di carcere con il beneficio della pena sospesa.

La mamma, difesa dall’avvocato Salvatore Di Grazia, aveva lasciato la figlia di quattro anni fuori dal balcone, al freddo per almeno dieci minuti, come punizione per avere fatto cadere una bottiglia.

I fatti risalgono al 2012 quando una passante sente le urla di una bambina proveniente da un terrazzo. La signora pensava che la bambina si fosse chiusa in modo incidentale fuori di casa. Ma la realtà era ben diversa. Infatti la madre della bambina uscì sul terrazzo ed invitò le persone che nel frattempo si erano radunate sotto il terrazzo attratte dal pianto della bambina, di farsi gli affari e propri e che si trattava di una punizione.

La signora decise di non lasciare perdere e chiama carabinieri. I militari riescono  a farsi aprire dalla madre e trovano un appartamento in una situazione di degrado ambientale e al freddo. Si scopre anche che la bambina non era iscritta all’anagrafe e non aveva neanche un pediatra. La madre ha sempre negato che si trattava di una punizione. L’aveva lasciata sul terrazzo il tempo necessario per raccogliere i vetri di una bottiglia rotta ed impedirgli di ferirsi. D’altro avviso il Tribunale di Rimini.

La bambina, che oggi è una adolescente, da allora è in affido presso una famiglia.

Ultimi Articoli

Scroll Up