Home > Cronaca > Medaglia al Merito Civile per Montecopiolo: “Nascosero Ebrei nelle loro case a rischio della vita”

Medaglia al Merito Civile per Montecopiolo: “Nascosero Ebrei nelle loro case a rischio della vita”

Con una solenne cerimonia tenutasi nella Sala delle Bandiere, il Prefetto di Rimini ha consegnato la Medaglia d’Argento al Merito Civile e il relativo Brevetto attestante l’onorifico riconoscimento, al Comune di Montecopiolo.

La Medaglia, apposta dal Prefetto sul gonfalone del Comune, è stata conferita dal Presidente della Repubblica con la seguente motivazione: “Con generoso altruismo e coraggio, gli abitanti del Comune di Montecopiolo hanno dato supporto durante la seconda guerra mondiale a molti ebrei che si allontanavano dalla Jugoslavia per sfuggire alle truppe tedesche. Consapevoli del rischio, hanno fornito loro rifugio e generi di prima necessità. Esempio di solidarietà e coraggio. 1943/1945 Montecopiolo (RN)”.

E teiene a precisare il sindaco di Montecopiolo: “I protagonisti di quanto descritto sono le famiglie di Pugliano Vecchio di quel tempo, a loro il più sentito ringraziamento da parte della nostra Comunità che oggi, con orgoglio, ha ricevuto, per mano del Prefetto, il riconoscimento del Presidente della Repubblica”

All’evento hanno preso parte, tra gli altri, il Vescovo di San Marino – Montefeltro Mons. Andrea Turazzi; il Presidente della Comunità Ebraica di Ferrara Fortunato Arbib, competente per la Romagna; il Sindaco di Montecopiolo Pietro Rossi, con Giunta e Consiglio; il Sindaco di Bellaria Igea Marina, località dove gli Ebrei si erano rifugiati in precedenza, Filippo Giorgetti; alcuni membri della famiglia di Ezio Giorgetti, primo italiano ad essere riconosciuto come “Giusto tra le Nazioni”, con la toccante testimonianza della sig.ra Maria Teresa; i Professori Lidia Maggioli e Antonio Mazzoni autori di un libro sul tema e i vertici provinciali delle Forze dell’Ordine.

La cerimonia, arricchita da video e docomentari storici, si è svolta tra testimonianze e approfondimenti.
Nell’intervento di saluto, il Prefetto ha evidenziato che “Fratellanza, ospitalità e coraggio sono i tre termini con i quali può essere accompagnata la memoria della comunità di Montecopiolo che oggi viene celebrata con la consegna di una Medaglia d’Argento al Merito Civile, che non rappresenta solo un fregio, ma l’espressione di una umanità convinta tra le troppe brutture di un insensato conflitto”.

L’intervento del Presidente della Comunità Ebraica di Ferrara

Ultimi Articoli

Scroll Up