Home > Economia > Mercatone Uno. L’AD di Shernon indagato per bancarotta

Mercatone Uno. L’AD di Shernon indagato per bancarotta

Valdero Rigoni, l’amministratore delegato della Shernon holding che ha rilevato Mercatone Uno nell’agosto 2018, è indagato dalla procura di Milano per bancarotta fraudolenta. L’inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto Riccardo Targetti e dal pubblico ministero Roberto Fontana e segue l’istanza di fallimento accolta il 23 maggio scorso dal tribunale fallimentare che aveva respinto l’istanza di concordato preventivo e dichiarato il crac della holding. Un rifiuto spiegato con “l’elevato debito maturato in soli 9 mesi di attività per oltre 90 milioni – si legge nel provvedimento dei giudici -, i costi fissi di gestione per oltre 5 milioni al mese, l’assenza di credito bancario sin dal novembre-dicembre 2018, la totale assenza di fiducia dei fornitori che rifiutavano le prestazioni di merci in mancanza del loro pagamento immediato e gli inadempimenti nei confronti delle amministrazioni straordinarie del gruppo”.

Sul fronte Governo il ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato l’avviso per le candidature a commissario straordinario del gruppo Mercatone Uno. Sul sito del Mise viene spiegato che entro le ore 14 di venerdì 14 giugno i soggetti interessati potranno inviare le dichiarazioni di disponibilità ad assumere l’incarico. Nella tarda serata di martedì sono arrivate infatti le dimissioni degli ormai ex commissari Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari dopo aver consegnato l’istanza per la proroga del programma di cessione.

I tre commissari hanno gestito la precedente vendita alla Shernon Holding, la società guidata da Valdero Rigoni a cui dall’agosto 2018 facevano capo 55 punti vendita del gruppo della distribuzione di mobili.

Scroll Up