Home > Ultima ora Attualità > Meteo, break primaverile nel weekend, ma da lunedì tornano le piogge

Meteo, break primaverile nel weekend, ma da lunedì tornano le piogge

Dopo giornate di intenso maltempo, continua ad insistere sull’Italia un vortice di bassa pressione, che nel suo lento allontanarsi verso il Nord Africa, influenzerà ancora le condizioni meteorologiche sul nostro Paese con piogge che venerdì saranno ancora diffuse. 

Nel fine settimana però le precipitazioni diminuiranno lasciando spazi ad ampie schiarite e soleggiate. Le temperature invece sin da subito torneranno a salire, in maniera più sensibile al centro-nord e con valori che nel complesso risulteranno tipicamente primaverili.

Ma se nel corso del week-end il tempo migliorerrà altrettanto non si può dire guardando l’evoluzione del tempo della prossima settimana. Dove è atteso un peggioramento più marcato, a causa dell’azione congiunta di due perturbazioni: la prima in discesa dall’Europa nord-orientale, che ci riguarderà con nuove nevicate tra lunedì e martedì, la seconda di origine atlantica, che con il suo carico di piogge ci investirà nella seconda parte della settimana. Il calo delle temperature, anche sensibile, si avvertirà soprattutto nella giornata di martedì.

Diamo un’occhiata al consueto bollettino meteorologico della regione Emilia-Romagna: a partire da venerdì, dove è atteso un cielo da molto nuvoloso a coperto su tutto il territorio, con precipitazioni sparse, ma più persistenti e a tratti moderate sul settore centro-orientale. Nevose in Appennino a quote superiori ai 1300 metri.

In serata è prevista una attenuazione della nuvolosità ed esaurimento delle precipitazioni  con la ricomparsa di locali foschie. Sabato i cieli potranno risultare perlopiù poco o parzialmente nuvolosi per il transito di nubi di scarsa consistenza, con locali foschie in nottata.

Domenica il cielo viene previsto sereno o poco nuvoloso su tutto il territorio, ma con tendenza ad una intensificazione della nuvolosità ad iniziare dal pomeriggio-sera sui rilievi occidentali.

Temperature in aumento specie nei valori massimi: minime oscillanti tra 3 e 8 gradi. Massime dapprima tra 11 e 13 gradi, in crescita fino a 15/19 gradi. Venti che soffieranno in un primo momento tra il debole e il moderato da nord-est, con raffiche sostenute lungo la costa, per ruotare successivamente dai quadranti occidentali ed infine divenire deboli da direzioni variabili. Mare inizialmente agitato o molto mosso, ma con moto ondoso in attenuazione.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico di AMPRO Associazione Meteo Professionisti
Scroll Up