Home > Primo piano > Meteo, cambiamenti in vista: col weekend arriva il maltempo. Domenica breve miglioramento

Meteo, cambiamenti in vista: col weekend arriva il maltempo. Domenica breve miglioramento

Dopo alcune settimane di bel tempo trascorse sotto la protezione dell’alta pressione che, ci ha regalato giornate ampiamente soleggiate e un clima dal sapore primaverile, la nostra regione verrà raggiunta da un graduale peggioramento cui seguirà un periodo più instabile e perturbato. A tale proposito, a partire dal fine settimana, due distinte perturbazioni – una mediterranea, l’altra nord-atlantica – concorreranno a far uscire di scena il voluminoso anticiclone, ma soprattutto, apriranno il varco ad ulteriori sistemi nuvolosi, rinnovando un certo cambiamento del tempo anche nei giorni della prossima settimana.

I primi addensamenti nuvolosi si faranno strada già da venerdì, precedendo l’avvicinamento di un fronte freddo che, dal Nord Europa punterà la regione balcanica, ed entro sera, farà il suo ingresso tramite la porta della Bora interrompendo, seppure marginalmente, la lunga fase siccitosa. Le precipitazioni ricompariranno sotto forma di piogge e qualche rovescio, specie tra la notte e la prima parte di sabato, accompagnate da un rinforzo della ventilazione nord orientale, la quale, sarà responsabile di un sensibile calo delle temperature e del ritorno della neve in montagna con qualche breve episodio sino gli 800-1000 metri di quota.

Le giornate che seguiranno rientreranno in un contesto climatico più freddo e saranno contraddistinte da temperature che si manterranno lievemente al di sotto delle medie del periodo sino a mercoledì 10, con valori minimi inizialmente attorno agli zero gradi ma in graduale ripresa.

Domenica, l’alta pressione tenterà di guadagnare posizione, riproponendo delle schiarite, tuttavia, l’Emilia-Romagna si troverà esposta a delle correnti umide occidentali che contribuiranno a sostenere una fase moderatamente instabile, accentuandone la variabilità per gran parte della settimana e coinvolgendoci con un nuovo peggioramento che, tra lunedì e martedì, sembra essere determinato da una diffusa nuvolosità e da qualche fenomeno precipitativo in più. Si tratta comunque di una tendenza il cui indice di prevedibilità è molto basso e dovrà quindi essere verificato nei prossimi aggiornamenti.

Venerdì: nuvolosità in progressivo aumento da ovest con cieli che risulteranno da molto nuvolosi a coperti, e addensamenti più consistenti sui settori occidentali della regione, dove sono previste qualche debole precipitazione. Inizialmente, poco o parzialmente nuvolosi i cieli della Romagna, ma in rapido peggioramento già nel corso della mattinata. Foschie o locali banchi di nebbia al primo mattino sulle aree pianeggianti orientali. Nel corso della giornata sono previste delle deboli e intermittenti precipitazioni che bagneranno a carattere sparso la regione con qualche rovescio più probabile in Appennino.

Sabato: cieli molto nuvolosi o coperti con precipitazioni perlopiù deboli e accompagnate da locali rovesci concentrati tra la notte e il primo mattino. Esaurimento dei fenomeni nel corso della mattinata a partire dalle pianure settentrionali. Nel pomeriggio parziale attenuazione della nuvolosità con spazi di sereno. Deboli nevicate sulle cime appenniniche con possibili fenomeni locali fino a 800-1000 metri sulla dorsale emiliana centrale.

Domenica: cieli irregolarmente nuvolosi per la presenza di spesse velature e maggiori addensamenti in serata, ma con ampi rasserenamenti durante la giornata. Possibili formazioni di foschie e locali banchi di nebbie in prima mattinata sulle aree di bassa pianura. Assenza di precipitazioni.

Temperature: in diminuzione a fine periodo, con minime in netto calo e vicine allo zero o lievemente sotto nei centri urbani; fino a -3/-4 gradi nelle aree di aperta campagna. Massime attorno a 10 gradi.

Venti: deboli variabili, tendenti a disporsi temporaneamente dai quadranti orientali e a rinforzare fino a burrasca su costa e mare.

Mare: poco mosso, ma con moto ondoso in aumento sino a divenire temporaneamente da molto mosso ad agitato al largo.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico AMPRO Meteo Professionisti  

https://meteoroby.com/                               https://www.facebook.com/meteoroby/
Scroll Up