Home > Primo piano > “Mi servono soldi per tornare in Italia”: ricevono finta mail dall’amico, ma sono i truffatori

“Mi servono soldi per tornare in Italia”: ricevono finta mail dall’amico, ma sono i truffatori

Ho difficoltà a tornare dal Senegal, e ho bisogno del vostro aiuto economico”. Eccolo il testo dell’email ricevuta qualche giorno fa dai contatti della rubrica d posta elettronica di un settantenne riminese, ignaro di quello che i truffatori stessero facendo utilizzando un falso indirizzo email molto simile al suo.

Della strana email con la singolare richiesta di aiuto ricevuta da un indirizzo simile e in alcuni casi identico al suo l’uomo è stato messo al corrente dai suoi conoscenti.

E non appena ha capito quello che stava succedendo si è ricordato di un episodio accaduto di recente. Aveva ricevuto una mail con una strana richiesta da un indirizzo che lui stesso aveva notato differire di poco dal suo.

Si trattava chiaramente di una truffa perpetrata ai danni non solo suoi ma anche dei contatti presenti nel suo indirizzario. Tanto che un amico del settantenne ha addirittura effettuato un versamento di 950 euro convinto di aiutarlo a torna in Italia dall’Africa.

I soldi, purtroppo, sono finiti nelle casse dei criminali.

Sul caso sono in corso le indagini della Polizia di Stato di Rimini, cui l’uomo ha denunciato l’accaduto.

Scroll Up